OZARK RECENSIONE

Posted on 17 Set 2020 in Televisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Ozark

Nazione: USA

Anno: 2017

Con: J.Bateman, L.Linney

INTRODUZIONE

I posti sperduti con paesaggi spettacolari sono raramente ciò che sembrano, come scopriranno ben presto anche i protagonisti di questa storia, infatti, e quasi inutile tentare di fuggire da problemi e situazioni difficili, dato che questi ti seguono ovunque tu vada.

TRAMA

Ozark è una serie tv che racconta la strana e complessa storia della famiglia Byrde, costretta fuggire da Chicago dopo che Marty, il capofamiglia si trova coinvolto in affari con il cartello messicano.

La perplessità e la paura lasceranno ben presto il posto alla spietata e fredda logica degli affari, quando la famiglia inizierà a riciclare denaro per conto dell’organizzazione.

OPINIONI

Ozark è una serie tv che, come era successo anche a me, inizialmente, “non prende”, le prime puntate potrebbero sembrare un po’ lente ma, gradualmente, si comincia ad ingranare davvero.

Si tratta do una storia che, come tante altre prima, mostra fin dove si piò arrivare per disperazione o per semplice istinto di sopravvivenza, al punto tale da coinvolgere persino i propri figli in attività illecite.

TECNICAMENTE

Malgrado l’ambientazione possa risultare effettivamente spettacolare in ben più di una scena, la fotografia di questa serie tv è a tratti molto fredda, quasi a voler comunicare il senso di tensione e di pericolo crescente provato dai protagonisti in più di un’occasione.

Trattandosi di un prodotto riferito, in parte anche al traffico di sostanze stupefacenti sono presenti riferimenti ai “cartelli”, che risultano già familiari agli spettatori di serie come Breaking Bad, anche se, in questo caso, la vicenda è di stampo completamente diverso.

CONCLUSIONI

Una serie con un ritmo solo inizialmente lento ma che, dopo le prime puntate, trascina lo spettatore in una corsa verso il sorprendente finale.

Resistete all’iniziale impulso di abbandonare la storia, ne vale la pena!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

PRETTY LITTLE LIARS-THE PERFECTIONISTS RECENSIONE

Posted on 15 Set 2020 in Televisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Pretty Little Liars-The Perfectionists

Nazione: USA

Anno: 2019

Con: S.Pieterse, E.Brown

INTRODUZIONE

Le vite perfette dei giovani ricchi ragazzi americani possono essere fonte di enormi pressioni per questi ultimi.

Se aggiungiamo a questa tematica, forse fin troppo abusata un tocco mystery/giallo otteniamo un prodotto forse non innovativo ma interessante.

TRAMA

Pretty Little Liars-The Perfectionists è la seconda serie tv tratta da questo “franchise”, collegata all’universo narrativo della serie principale, come avviene per tutti gli spinoff.

Qualche anno dopo gli eventi di Rosewood Alison DeLaurentis è diventata una docente molto apprezzata in una prestigiosa università.

La tranquillità del campus viene, improvvisamente, turbata dalla misteriosa morte del rampollo di una delle famiglie più ricche e potenti della zona.

Ovviamente i primi sospettati sono quattro ragazzi, legati alla vittima o ricattati da questa, a conoscenza di alcuni dei loro segreti più oscuri.

OPINIONI

Sono quasi arrivato alla fine della prima e credo unica stagione di Pretty Little Liars-The Perfectionists e devo ammettere che avrei voluto qualcosa in più o di diverso: apprezzo molto le serie tv  alla Agatha Christie, con un delitto e pochi personaggi tra cui potrebbe nascondersi il colpevole, ma, in questo caso, si vede fin troppo il rapporto stretto tra questa e la serie originale.

Non voglio anticipare oltre, ma se le guardate entrambe potreste cogliere qualche elemento in comune, inclusi veri e propri riferimenti a Rosewood e ad A.

Chi ha visto la serie principale capirà a cosa mi riferisco!

TECNICAMENTE

Essendo una serie tv l’aspetto tecnico passa quasi in secondo piano rispetto alla storia, che acquisisce sempre maggior fascino con il procedere della trama.

Più che altro interessa risolvere il mistero e scoprire chi e oerché, anche se quest’ultima risposta risulta ovvia fin da subito

CONCLUSIONI

Uno spinoff che prende in prestito un genere molto diffuso e trattato in pasato, riadattandolo ad un contesto più adolescenziale.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

FROZEN 2-IL SEGRETO DI ARENDELLE RECENSIONE

Posted on 14 Set 2020 in Cinema

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Frozen 2-Il Segreto di Arendelle

Nazione: USA

Anno: 2019

Regia: C.Buck, J.Lee

Voci: Originali: C.Bell. J.Gadd

INTRODUZIONE

I racconti di origine sono un nuovo filone, generalmente nel cinema super-eroistico, relativo alla “nascita” di un determinato personaggio e dei suoi poteri.

Questa pellicola ci porterà, in particolare, alla scoperta delle origini del potere della “regina di ghiaccio” di casa Disney.

TRAMA  

Frozen 2-Il Segreto di Arendelle è il secondo film ambientato in questo immaginario regno, collocato, presumibilmente nelle terre del nord.

Durante una tranquilla serata di giochi in famiglia Elsa fugge dal palazzo verso la Foresta Incantata, attirata da un misterioso canto.

Le sue tracce condurranno Anna in quei territori inesplorati, alla scoperta di un antico popolo ormai dimenticato e del più grande segreto sulle vere origini e sul poteri della sorella.

OPINIONI

Frozen 2-Il Segreto di Arendelle è un film che potrebbe sembrare, per molti aspetti qualcosa di già visto, ma la prospettiva di scoprire di più sul passato di Elsa è molto intrigante.

Qui, per ragioni narrative, acquisiscono un grande spessore i personaggi del re e della regina, appena abbozzati in precedenza, per poi scomparire dopo la sequenza iniziale.

La riflessione principale che la storia sembra voler porre riguarda, inoltre, la crescita e la maturità, rappresentate da Olaf che si interroga su cosa voglia veramente diventare grandi, se si pensa alla natura del personaggio non si può fare a meno di sorridere!

TECNICAMENTE

Il film rientra perfettamente nella media dei classici Disney degli ultimi anni, pur presentando un comparto tecnico, tutto sommato, abbastanza buono.

Le musiche sono molto orecchiabili e anche in questo caso, troviamo un brano “tormentone” e una sequenza simile a quella di Leti t Go, tanto per non discostarci troppo dal predecessore.

CONCLUSIONI

Una pellicola che non osa troppo r che rimane nel solco tracciato dal precedente capitolo.

Ora disponibile sulla piattaforma streaming Disney+


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

CURSED RECENSIONE

Posted on 09 Set 2020 in Televisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Cirsed

Nazione: USA

Anno: 2020

Con: K.Langford, D,Turrell

INTRODUZIONE

Il ciclo arturiano è stato, in passato, una delle maggiori fonti d’ispirazione per la creazione di prodotti audiovisivi, con titoli come Le Nebbie di Avalon o Camelot.

Era da parecchio, però, che i miti e le leggende ispirate a Re Artù non tornavano sul grande o piccolo schermo, vediamo il risultato.

TRAMA

Cursed è una nuova serie tv che si basa su un personaggio immaginario secondario delle vicende del ciclo arturiano.

È la storia di Nimue, ragazza di umili origini che vive in un piccolo villaggio con la madre.

Quando la sua terra viene attaccata da un esercito e la madre viene uccisa la giovane si troverà ad affrontare un viaggio lungo e pericoloso con un compito molto importante, consegnare una spada magica a Merlino!

OPINIONI

Era da parecchio che non vedevo una serie tv ispirata ad un mito o a una leggenda così conosciuta come quella di Re Artù e i Cavalieri della Tavola Rotonda.

Logicamente in Cursed ci troviamo in presenza di una storia di origini, quindi molti personaggi non sono ancora quelli che abbiamo imparato a conoscere nel vero e proprio mito del ciclo bretone, come viene definito in ambito letterario.

La stessa Nimue sarà una figura molto importante nelle storie relative ad Excalibur.

TECNICAMENTE

Prima di approcciarmi alla visione di questa serie tv mi sono opportunamente “documentato”, andando a spulciare un po’ di materiale relativo non tanto alla storia narrata quanto alla serie stessa.

Questo non ha influito sul mio giudizio, dato che si trattava, per la maggior parte, di pareri negativi e per quanto mi riguarda non l’ho trovata terribile come si diceva in Rete.

Certo bisogna “scendere a patti” con il fatto che si tratta di altre versioni dei personaggi che conosciamo, una volta capito questo si può decidere di accettarlo o meno, così come accade per l’aspetto tecnico in quanto tale che, a volte, può sembrare  eccessivamente “finto”, ma credo che sia “colpa” della CGI.

CONCLUSIONI

Una serie sicuramente non perfetta ma che segna il ritorno ad un certo tipo di fantasy, più fiabesco rispetto a quello a cui siamo abituati negli ultimi anni.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

THE MANDALORIAN RECENSIONE

Posted on 08 Set 2020 in Attualità

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: The Mandalorian

Nazione: USA

Anno: 2019

Con: P.Pascal

INTRODUZIONE

A volte un nome forte genera aspettative per tutti i prodotti collegati ad esso, ma queste, poi, non vengono sufficientemente ripagate, dato lo scarso apprezzamento da parte del pubblico generalista. Vediamo un piccolo ma significativo esempio.

TRAMA

The Mandalorian è la prima serie tv con attori in carne ed ossa, ambientata nell’universo narrativo di Star Wars.

Su un pianeta lontano, nell’Orlo Esterno, un mercenario riceve l’incarico di recuperare un misterioso carico, si tratta di un bambino o meglio di un piccolo essere alieno di circa cinquanta anni, età che, per la sua razza corrisponde, per l’appunto a tale periodo della vita di un normale essere umano.

Gradualmente i due svilupperanno un rapporto sempre più profondo.

OPINIONI

Effettivamente sono d’accordo con le critiche espresse da chi ha commentato la serie tv poco dopo la sua uscita: The Mandalorian è stata pubblicizzata tantissimo come la prima serie tv live-action su Star Wars ed effettivamente lo è, il problema è che molti, me compreso, si aspettavano qualcosa di più dal prodotto di punta e di lancio di una nuova piattaforma.

Il risultato, invece, è stato quello di avere puntate estremamente brevi e con una trama che si conclude nell’arco di una mezz’ora, in modo cosiddetto “verticale” ovvero auto-conclusivo.

TECNICAMENTE

Le puntate di questa serie tv, dirette da nomi importanti del panorama cinematografico, sono, tutto sommato, abbastanza nella media.

Anche alcuni effetti non sono poi così convincenti, anche se, nel mio caso, non ero troppo convinto già dall’inizio.

L’ambientazione western è costruita abbastanza bene e il prodotto finale risulta, di fatto una serie di tale genere nello spazio.

CONCLUSIONI

Un prodotto chiacchieratissimo, che ha generato enormi aspettative fin dalla sua uscita in America, a novembre. Il lato positivo è che, ad oggi, questa risulta l’unica serie confermata per una seconda stagione, completata prima dello scoppio dell’attuale emergenza.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

RUNAWAYS RECENSIONE

Posted on 07 Set 2020 in Televisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Runaways

Nazione: USA

Anno: 2017

Con: R,Feliz, L.Okano

INTRODUZIONE

La Marvel è una delle major fumettistiche e cinematografiche più conosciute e “potenti”.

Negli ultimi anni, soprattutto molti dei suoi personaggi sono diventati popolari ed amati presso il grande pubblico.

Ve ne sono, però, alcuni che potremmo definire quasi sconosciuti o minori, come im questo caso.

TRAMA

Runaways è una serie tv che si basa sulla storia di cinque ragazzi, apparentemente normali ma dotati di abilità speciali, come la super-forza o la telepatia.

Il gruppo si troverà costretto ad affrontare varie pericolosissime minacce, a cominciare da una setta di fanatici religiosi, formata, nientemeno che dai propri genitori!!

OPINIONI

Ho trovato Runaways una serie tv molto interessante, essendo appassionato dei prodotti Marvel, in particolare dal punto di vista cinematografico.

Questa, poi, ha rappresentato una delle poche produzioni televisive alle quali abbia avuto modo di approcciarmi.

La serie era stata trasmessa, inizialmente, anche in chiaro, da un canale satellitare, ma la terza stagione è arrivata in esclusiva streaming solo quest’anno, quindi, a conti fatti, è disponibile integralmente su un’unica piattaforma  solo da relativamente poco.

TECNICAMENTE

Questa serie tv ha un comparto tecnico abbastanza buono, da quello che si può capire superficialmente, anche se alcune caratterizzazioni di personaggi ribaltano completamente l’idea che se ne poteva avere fino a quel momento.

Nella terza stagione, in particolare, viene operata la riscrittura di un personaggio epico/mitico che si mostra sotto una luce nuova e radicalmente diversa.

Non sono convinto che ciò abbia fatto troppo piacere agli estimatori del ciclo letterario dal quale questo personaggio trae origine ma a volte capita di assistere a questo tipo di esperimenti e di “salti della barricata”, non vuol dire che li si debba sempre accettare.

CONCLUSIONI

Un prodotto molto carino e gradevole, anche se con qualche pecca, probabilmente più a livello “concettuale” che vero e proprio.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

THE SIMS DIVENTA UN REALITY!

Posted on 27 Lug 2020 in Tecnologia, Videogiochi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Moltissime persone conoscono The Sims, una popolare saga di simulatori di vita che, ormai da venti anni, coinvolge ed appassiona milioni di giocatori in tutto il mondo e che probabilmente tra qualche anno, se non addirittura nel 2021 darà vita ad un quinto capitolo sul quale già si teorizza da tempo. Quello che forse non tutti sanno e che questo gioco è stato “contagiato”, ormai da due settimane, dall’onda dei reality show, dando vita ad un ibrido abbastanza interessante, chiamato The Sims Spark’d.

In questo nuovo reality show tre squadre, composte da uno stilista, un costruttore e un narratore, si sfidano per aggiudicarsi il montepremi finale di $100,000!

Nell’arco della sua lunga vita The Sims ha saputo rinnovarsi, inserendo, in ogni sua incarnazione notevoli novità e integrando, nell’ultima, una sezione definita Galleria, che ospita le creazioni condivise dai giocatori e integrando una sezione specifica per questo “esperimento”, nella quale è possibile sia condividere le proprie creazioni con il resto della comunità di giocatori sia inviarle direttamente al programma.

Sfortunatamente, trattandosi di uno show americano, le puntate sono disponibili esclusivamente in inglese, ma, conoscendo un po’ la lingua, non dovreste avere problemi.

Le puntate  vengono caricate successivamente in replica su YouTube, in particolare sul canale BuzzFeed Multiplayer, ogni lunedì.

Se devo trovare un difetto posso dire che non è molto chiaro se, inviando le proprie creazioni tramite la Galleria sia possibile partecipare ad una sorta di selezione per l’eventuale seconda stagione, anche se, da quanto detto dal conduttore in chiusura di ogni puntata, sembra essere così, allo stesso tempo, nel titolo dei video caricati su YouTube, viene specificato che si tratta di giocatori professionisti.

Vale comunque la pena provare a cimentarsi nelle sfide ed inviare le proprie creazioni o semplicemente assistere alla competizione da casa.

Provate anche voi a sxatenare la vostra creatività e incrociate le dita!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

Navigando tra queste pagine, esprimi il tuo consenso all'utilizzo dei cookies. Maggiori Info

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti.

Per maggiori informazioni sui cookies, visita questo sito.

Chiudi