•  
  •  
  •  
  •  
  •  

Vota

Amazon non si ferma mai!

Dopo la presentazione dei nuovi modelli di Kindle, l’azienda americana ha annunciato di essere al lavoro su un nuovo progetto, una sorta di assistente digitale tuttofare ribattezzato Echo.

Pare che questo nuovo accessorio supertecnologico sarà in grado di fare quasi tutto o meglio di eseguire quasi qualsiasi comando, basterà semplicemente pronunciare una semplice istruzione per vederla eseguita.

Si tratta, a tutti gli effetti, di una sorta di speaker tascabile, disponibile, al momento, presumibilmente solo in versione di prova su invito al prezzo di 199$, con uno sconto di 100$ solo ed esclusivamente per gli utenti Amazon Prime americani.

Echo si avvale di un particolare tipo di assistente digitale, chiamato Alexa, sarà sufficiente pronunciare questo nome per “attirare l’attenzione” del software al quale poi potremo chiedere le informazioni di cui abbiamo bisogno.

Attraverso ben sette microfoni sarà possibile impartire istruzioni ad Echo anche durante l’esecuzione di un brano audio che, secondo Amazon, dovrebbe diffondersi in tutta la stanza, nonostante la presenza di un sistema audio non molto potente.

Potremo chiedere di tutto ad Echo, dalle condizioni atmosferiche, alle notizie presenti su Wikipedia, gestire una lista di annotazioni e di appuntamenti, gestire la riproduzione di un brano, lanciato tramite comando vocale e configurare la sveglia.

Inoltre il dispositivo può sincronizzarsi, via Bluetoot con dispositivi Kindle, in modo da riprodurne i contenuti come speker accessorio.

Sarà possibile, per gli utenti iOS, collegarsi ad Echo anche tramite dispositivi web-app, anche se l’applicazione apposita arriverà solo in seguito.

Il dispositivo non necessiterà di batterie, ma non può essere trasportato, in quanto necessita, comunque, di collegamento alla corrente elettrica.

Echo potrà anche essere aggiornato, dal momento che questo funziona con tecnologia cloud e in futuro potrà disporre di tante altre applicazioni e funzioni accessorie, senza costringere l’utente a continui aggiornamenti.

Il dispositivo sarà venduto negli Stati Uniti nelle prossime settimane, ma non è noto se Amazon deciderà di distribuirlo anche su altri mercati.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •