• 1
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
    2
    Shares

ARROW RECENSIONE
5 (100%) 2 votes

Titolo: Arrow
Nazione: USA
Anno: 2012
Con: S,Amell, W.Olland

INTRODUZIONE
Il modello del “figliol prodigo” trova una nuova applicazione, grazie all’ormai consolidata tradizione di trasposizioni fumettistiche sul piccolo schermo nelle quali, forse, la DC ha trovato una strada migliore rispetto a quella, già tentata più volte, delle versioni cinematografiche.

Vediamo brevemente un esempio.

TRAMA
Arrow è la storia del giovane Oliver Quin, rampollo di una ricca e potente famiglia di Starling City che, creduto morto dopo un naufragio su un’isola deserta, ritorna dopo circa cinque anni con una missione: annientare ogni forma di corruzione presente in città.

Per fare ciò il giovane si troverà, suo malgrado, costretto ad assumere l’identità del vigilante mascherato Freccia Verde.

OPINIONI
Arrow è una serie tv che non conoscevo o meglio che non avevo mai visto, dato che fa parte di un universo molto più ampio e composito.

Ultimamente molte serie tv stanno tentando la strada dell’universo condiviso, sul modello Marvel, ma dove la prima è riuscita a dare forma al suo progetto, la seconda sta faticando molto, cinematograficamente parlando e riesce a tirare fuori prodotti di buona qualità quasi esclusivamente nell’ambito delle serie tv.

L’unica cosa che non convince è la “questione della lista”, che lo rende più simile ad una produzione del genere “Il Conte di Montecristo”, almeno per quanto riguarda le dinamiche.

TECNICAMENTE
Stiamo parlando di una serie tv quasi esclusivamente action, almeno per ora, quindi l’aspetto tecnico è  di tipo “coreografico”, limitato, cioè alla gestione delle scene di combattimento, che sembrano ben realizzate.

Questa produzione fa già parte di un progetto più ampio, che coinvolge altri personaggi, creati dalla stessa testata fumettistica, quindi so già che, gradualmente, si entrerà in un ambito più fantascientifico e spettacolare.

CONCLUSIONE
Sicuramente un prodotto che può essere apprezzato maggiormente da chi conosce già le avventure fumettistiche del personaggio.

La prima stagione somiglia di più ad un action “di stampo classico”.


  • 1
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
    2
    Shares