È ARRIVATO IL NUOVO PODCAST

Posted on 26 Mag 2017 in Attualità, Cinema, Televisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un nuovo podcast è stato appena pubblicato su YouTube: Di Tutto un Po’-Il Podcast, trasmissione a cadenza settimanale, di argomento più generico rispetto al già esistente Podcast degli Avventurieri.

Di Tutto un Po’-Il Podcast, com’è facilmente intuibile già dal nome, sarà direttamente collegato a questo sito e data la natura di podcast più “generico” sarà, forse, in grado di attrarre un maggior numero di utenti rispetto al suo “fratello maggiore”, specificatamente dedicato alle avventure grafiche, argomento sicuramente più di nicchia e non così diffuso.

La prima puntata di Di Tutto un Po’-Il Podcast sarà dedicata ad un grande classico televisivo degli anni Novanta, Twin Peaks, serie diretta da David Linch, di genere fantasy, che prende il nome direttamente dalla cittadina in cui si svolgono i fatti che prendono il via dall’omicidio della diciassettenne Laura Palmer, ritrovata sulla riva di un fiume.

La serie, evidentemente, ebbe un certo successo all’epoca, tanto è vero che stasera, a ventisei anni di distanza è in programma la prima tv della terza stagione.

Tornando per un attimo al progetto del podcast potrete trovare la prima puntata semplicemente cercando su YouTube il canale Julien Clement. Gradualmente poi verranno caricati molti altri video con recensioni varie di pellicole cinematografiche, serie tv, videogiochi e così via.

In linea di massima ogni puntata verrà caricata il venerdì, dunque non vi resta che iscrivervi e attivare la notifica per non perdere neanche un aggiornamento del canale e magari, chissà, grazie a questo nuovo progetto potrete scoprire piccole “chicche” di cui ignoravate l’esistente o che non avreste mai pensato potessero interessarvi.

Devo avvertirvi, infine, che lo stile della prima puntata è piuttosto “impacciato” nella conduzione, pur non essendo la mia prima esperienza ai microfoni, ma si sa che le cose nuove mettono sempre un po’ di agitazione, quindi spero che potrete perdonarmi.

Ecco il link della prima puntata.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

YOUNGER RECENSIONE

Posted on 11 Mag 2017 in Attualità, Televisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Younger

Nazione: USA

Anno: 2015

Con: S.Ford, N.Tortorella

 

INTRODUZIONE

Il mondo del lavoro è “una giungla” e a volte rientrarvi dopo tanto tempo può essere molto complicato.

Ci sono casi, però, in cui, per poterlo fare si è disposti a tutto, perfino a sfruttare uno dei più comuni cliché sulle donne, vediamo quale.

STORIA

Younger è una serie tv comica che racconta la storia di Liza, madre quarantenne che, rimasta sola dopo la partenza della figlia per l’India e il divorzio dal marito, decide di riprendere a lavorare.

Purtroppo però le cose non saranno così semplici e la donna, per ottenere un nuovo lavoro, sarà “costretta” a mentire sulla propria età, raccontando di avere ventisei anni.

Questa bugia darà vita ad una catena di situazioni assurde.

 

OPINIONI

Pur apprezzando molto Younger devo dire di trovarla una serie tv abbastanza assurda: in quale mondo, per ottenere o riottenere un lavoro si deve mentire sulla propria età?

Semmai è il contrario, soprattutto al giorno d’oggi, in Paesi come l’Italia in cui i giovani faticano moltissimo a trovare un lavoro!

Paradossalmente, in questo caso, la protagonista teme che, se si scoprisse il suo “segreto” questo porterebbe al suo licenziamento.

È una cosa che, almeno dal mio punto di vista, non ha molto senso!

 

TECNICAMENTE

Anche questa volta ci troviamo davanti ad una serie tv di stampo comico, quindi l’aspetto tecnico non ha una grande importanza.

Ciò che è interessante notare, invece è la presenza di un’attrice molto conosciuta nel panorama cinematografico e televisivo degli anni Ottanta-Novanta, Hilary Duff, qui in un ruolo leggermente più “maturo” che conoscerà un’evoluzione piuttosto interessante nel corso della seconda stagione, attualmente in onda.

 

CONCLUSIONI

Ironica e pungente, una serie che, forse, cerca di ironizzare sulle difficoltà d’inserimento di un adulto in un contesto, ormai, profondamente cambiato, grazie anche all’utilizzo dei social.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

È ARRIVATA NINTENDO SWITCH!

Posted on 05 Apr 2017 in Attualità, Tecnologia, Videogiochi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Come abbiamo imparato da diverso tempo la tecnologia ha un ruolo sempre maggiore nella nostra vita quotidiana.

Questo, però, è un discorso che è già stato fatto diverse volte, anche in articoli precedenti che vi invito a leggere.

Quello di cui vorrei parlare stavolta è la tecnologia applicata all’ambito dell’intrattenimento: come gran parte di noi sa, specialmente chi segue questi fenomeni da vicino, sia che si tratti di esperti o specialisti del settore, sia che si parli da semplici appassionati, la Nintendo è una delle aziende più importanti nel campo dell’intrattenimento domestico, pur non essendo nata propriamente in questo campo.

Recentemente la famosa azienda giapponese creatrice di titoli come Mario o Zelda ha presentato al pubblico il suo nuovo prodotto: Nintendo Switch.

La consolle appartiene alla nona generazione ed è stata preceduta da Wii U, che, da quanto mi pare di aver capito, non ha venduto così tanto, a causa, probabilmente, di alcuni problemi “tecnici”, come l’interfaccia, l’assenza o il cattivo funzionamento di un negozio online.

Nintendo Switch, invece, si presenta come un prodotto esteticamente molto gradevole, una sorta di tablet con due piccoli controller, detti Joycon che, presumibilmente, permetteranno di comandare i personaggi del gioco.

Se non amate l’idea di giocare fuori casa o faticate, per qualche motivo, ad utilizzare il tablet per giocare ma volete comunque acquistare la consolle niente paura!

Nintendo Switch è dotata anche di un sistema per connetterla al televisore di casa, in modo da organizzare vere e proprie serate di gioco con un gruppo di amici.

I primi titoli per questa nuova consolle sono già disponibili e si tratta, come sempre, di nuovi capitoli delle sopracitate saghe di Mario e Zelda, sfortunatamente, almeno per ora, il costo è eccessivamente elevato, almeno da un punto di vista soggettivo e si aggira intorno ai trecentoventi euro.

Sicuramente se siete amanti delle consolle questo piccolo “gioiellino” non può mancare alla vostra collezione!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

MDB SUMMAH RADIO RECENSIONE

Posted on 26 Gen 2017 in Attualità, Tecnologia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: MDB Summah Radio

Nazione: Italia

Anno: 2016

Condotto da: A.Raccuglia

INTRODUZIONE

Ascoltando la radio, a casa, in macchina, sullo stereo o sul web, può capitare di imbattersi in programmi che non incontrano esattamente il nostro gusto.

Siamo umani, dopotutto e ognuno di noi haidee diverse.

Vediamo di spiegare meglio questo concetto con un esempio.

STRUTTURA

MDB Summah Radio è un podcast, nato principalmente come spinoff di una trasmissione intitolata Morti di Bestemmie che, nonostante il titolo equivoco, tratta vari temi con uno stile comico e molto leggero.

Anche in ogni puntata di MDB Summah Radio viene trattato un particolare argomento con lo stesso stile, con l’accompagnamento musicale prevalentemente heavy metal, evidentemente il genere preferito del conduttore.

OPINIONI

MDB Summah Radio, originariamente, era un podcast nato per riempire il buco di palinsesto creatosi con l’arrivo dell’estate, come accade anche in televisione.

Il termine summah, infatti, è una sorta di storpiatura pseudo inglese di summer e secondo me sarebbe dovuto rimanere circoscritto in tale arco temporale.

La musica heavy metal, inoltre, non fa decisamente per me e in certi punti il conduttore appare eccessivamente “esaltato”, abbandonandosi ad espressioni eccessivamente “grezze” o “colorite”.

TECNICAMENTE

Nonostante questi piccoli difetti, che sono esclusivamente soggettivi, questo podcast è sempre ottimamente gestito dal punto di vista tecnico.

Un altro piccolo problema, però, è quello di risentire, in alcuni punti, dell’esperienza e dei gusti personali del conduttore. Purtroppo, ogni tanto, capita di aver a che fare con puntate che affrontano temi strettamente tecnici, che solo un musicista può capire, ad esempio quelle sui tempi musicali pari e dispari.

Ogni tanto è prevista la presenza di qualche ospite ma, sfortunatamente, anche in questo caso si tratta di puntate estremamente complesse dal punto di vista dell’argomento trattato, ad eccezione dello special di Natale.

CONCLUSIONI

Se siete tra quanti apprezzano la musica metal sicuramente troverete “pane per i vostri denti”.

Una trasmissione estremamente settoriale, che punta ad una nicchia specifica di pubblico, grande o piccola che sia.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

VECCHI CULT, NUOVE VERSIONI

Posted on 24 Gen 2017 in Attualità, Cinema, Televisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Avete notato che, di recente, c’è e c’è  stato un certo interesse, da parte di case di produzione cinematografiche o televisive al recupero di vecchi cult del passato più o meno recente?

Programmi come X-Files o Una Mamma per Amica che, in qualche caso, hanno segnato l’infanzia di alcuni di noi sono tornati o stanno per tornare al cinema o in televisione.

Se, da un lato, questa tendenza al recupero di tali programmi o pellicole può rendere felici vecchi fan e contribuire ad avvicinarne di nuovi, dall’altro c’è da chiedersi se ci sia veramente tutto questo bisogno così urgente di “scomodare” questi grandi cult del cinema o della televisione per riproporne nuove versioni.

Bisogna considerare, poi, che non tutti questi esperimenti riscuotono grande successo presso il pubblico, composto, in alcuni casi, in maggioranza da fan della saga cinematografica o della serie tv in questione.

Uno dei casi più recenti è quello di Indipendence Day-Rigenerazione, seguito diretto del primo film, datato 1996.

Da quello che mi è parso di aver capito la pellicola non ha riscosso grandissimo successo presso i fan del predecessore, probabilmente a causa della scarsa qualità del lavoro del regista o dello sceneggiatore.

Non si tratta dell’unico caso, purtroppo: in ambito televisivo possiamo ricordare la nuova stagione di Una Mamma per Amica, una delle novità di punta di Netflix, una sorta di mini-stagione evento che si riproponeva di portare sul piccolo schermo le atmosfere della serie terminata, ormai da nove anni, al momento della pubblicazione sulla piattaforma.

Sfortunatamente la tendenza non accenna ad esaurirsi, dato che nel corso di quest’anno sono previsti rispettivamente la terza stagione di Twin Peaks, serie cult anni Novanta ideata da David Lynch e un film sui Power Rangers, personaggi di una serie tv per ragazzi, più o meno dello stesso periodo.

Ormai, anche in ambito televisivo e cinematografico, siamo entrati nell’era del riciclo e anche questo è sintomo di una grave mancanza di idee!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

QUESTA TRASMISSIONE NON HA UN NOME RECENSIONE

Posted on 13 Gen 2017 in Attualità, Cinema, Tecnologia, Televisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Titolo: Questa trasmissione non ha un nome

Nazione: Italia

Anno: 2016

Condotto da: C.Girardi, S.Gusella

 

INTRODUZIONE

Alcune trasmissioni contengono importanti citazioni alla cultura “nerd” fin dal titolo.

Anche questo programma non fa eccezione, vediamo il motivo.

STRUTTURA

Questa trasmissione non ha un nome è un podcast che tratta di cinema e serie tv.

Il nome stesso è una sfiziosa citazione a Game of Thrones e in particolare ad una batttuta pronunciata dal personaggio di Arya Stark: “Questa ragazza non ha un nome.

In ogni puntata i due giovanissimi conduttori “recensiscono” alcuni film e serie tv in maniera del tutto personale.

Dopo l’introduzione di rito si passa al vero nocciolo della trasmissione, con la rubrica “Pillola rossa, pillola blu”, citazione alla prima pellicola della trilogia di Matrix, che contiene la vera e propria recensione del “prodotto” cinematografico o televisivo e un parere sulla visione.

Trattandosi di una trasmissione iniziata da pochissimo, con solo tre puntate all’attivo, per ora, la rubrica di posta è assente, mancando completamente il materiale.

OPINIONI

Apprezzo Questa trasmissione non ha un nome, più che altro perché si tratta sicuramente di un podcast molto interessante.

Si nota abbastanza l’inesperienza dei conduttori che, comunque, hanno già avuto modo di farsi conoscere attraverso un’altra rubrica in una trasmissione precedente, sotto il nome di “Dos Muchachos”, questo è il loro primo progetto “da solisti”, staccati da un contesto più ampio, con un format tutto loro.

TECNICAMENTE

Il podcast è di qualità spiccatamente amatoriale, quindi con un livello tecnico non eccellente.

Il supporto tecnico è quello di un podcaster più o meno esperto, perciò le difficoltà tecniche vengono superate con una certa facilità.

Le prime due puntate sono già disponibili in una playlist a parte, mentre la terza è ascoltabile con un po’ di “lavoro”.

CONCLUSIONI

Un progetto molto interessante che rappresenta anche una sorta di “guida alla visione”.

Disponibile in playlist o, nel caso della terza puntata, sul sito del progetto Runtime Radio, all’interno della programmazione di ieri.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

Navigando tra queste pagine, esprimi il tuo consenso all'utilizzo dei cookies. Maggiori Info

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti.

Per maggiori informazioni sui cookies, visita questo sito.

Chiudi