• 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares

AVENGERS-INFINITY WAR RECENSIONE
5 (100%) 1 vote

 

Titolo: Avengers: Infinity War
Nazione: USA
Anno: 2018
Regia: A. e J.Russo
Con: C.Evans, S.Johanson

INTRODUZIONE
Terzo capitolo della serie cinematografica dedicata ai Vendicatori che, questa volta, dovranno affrontare la più grande minaccia che si sia mai vista.

Per farlo, però, dovranno mettere da parte i loro contrasti personali e unire le forze, per cercare di salvare l’intero pianeta.

STORIA
Avengers-Infinity War è il nuovo evento cinematografico Marvel.

Nel film i Vendicatori si troveranno ad affrontare il potentissimo titano Thanos, alla ricerca dei manufatti che gli permetteranno di completare il Guanto dell’Infinito, un potentissimo oggetto che, nelle mani sbagliate, potrebbe causare l’estinzione del genere umano.

Lo scontro sarà durissimo e come sempre non privo di sacrifici.

OPINIONI
Come sempre, quando si parla di produzioni Marvel, devo dire di aver apprezzato moltissimo Avengers-Infinity War.

L’hipe, ovvero l’attesa per questo film era alle stelle, già mesi prima della sua uscita, anche perché si trattava di un progetto cinematografico ambiziosissimo, preparato nel corso di quasi dieci anni.

La pellicola, infatti, rappresenta un punto di svolta nell’Universo Cinematografico Marvel e negli ultimi giorni era quasi impossibile visitare una pagina Facebook o un canale YouTube senza trovare post o video che ne parlassero, con il risultato di essere costretti a fare gli slalom per evitare spoiler, ovvero anticipazioni.

TECNICAMENTE
Pur non essendo particolarmente “ferrato” sul cinema dal punto di vista tecnico, devo dire che il film si dimostra, come sempre, altamente spettacolare.

Le sequenze d’azione, che rappresentano la parte essenziale di questo tipo di produzioni, sono dirette molto bene, le caratterizzazioni dei personaggi sono superficiali, ma questo è dovuto al loro enorme numero.

CONCLUSIONI
Un prodotto di puro intrattenimento, con una grande dose di umorismo che contribuisce ad alleggerire la tensione, ma con un finale molto “amaro”.

Come sempre rimanete in sala fino alla fine dei titoli di coda e preparatevi per l’anno prossimo.


  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares