VENOM RECENSIONE

Posted on 16 Ott 2019 in Cinema

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Venom
Nazione: USA
Anno: 2018
Regia: R.Fleischer
Con: T.Hardy, M.Williams

INTRODUZIONE
Narrativamente parlando il cinema, le serie tv e la letteratura sono sempre stati divisi, più o meno nettamente, in eroi e antieroi.

I primi, ovviamente, hanno sempre avuto maggior spazio rispetto ai secondi, vediamo un caso eccezionale.

TRAMA
Venom è un film ambientato a New York, come la maggior parte delle produzioni supereroistiche degli ultimi anni.

Un’astronave precipita sulla città, a causa di un guasto tecnico, contemporaneamente da questa fuoriesce una strana creatura che “possiederà” il timido giornalista Eddie Brock, costringendolo ad aiutarla a sventare il complotto di un magnate della tecnologia, deciso ad annientare l’intera razza umana.

OPINIONI
Venom è stato un film molto discusso fin dalla sua uscita, non tanto per la sua qualità oggettiva quanto per alcune questioni legate al suo contesto narrativo: il personaggio è parte dell’universo di Spider-Man, quindi ci si chiedeva se avesse senso produrre un film su questo personaggio senza accennare minimamente alla sua controparte.

La risposta è, dal mio punto di vista, si, dato che i personaggi appartengono a due universi differenti, gestiti da due major diverse, la Sony e la Marvel che, comunque, hanno deciso, in qualche modo di collaborare.

TECNICAMENTE
Da questo punto di vista il discorso è diverso: il film ha alcuni difetti di cui, forse, ci si può accorgere anche da non esperti, come l’interpretazione di alcuni attori e la caratterizzazione di alcuni personaggi. il doppiaggio, in particolare, in alcuni casi, è leggermente piatto e sottotono e le motivazioni della creatura per non fare ciò che dovrebbe sono leggermente poco credibili.

Anche le battute non sono sempre brillanti e alcuni effetti visivi e speciali sono realizzati abbastanza male.

CONCLUSIONI
Un film che merita comunque una visione, se non altro per conoscere un personaggio molto particolare dell’universo di Spider-Man.

La prima scena dopo i titoli di coda preannuncia il sequel, già confermato e in uscita l’anno prossimo.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

ALADDIN RECENSIONE

Posted on 14 Ott 2019 in Cinema

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Aladdin
Nazione: USA
Anno: 2019
Regia: G,Ritchie
Con: M.Assoud, N,Scott

INTRODUZIONE
Da un’antica fiaba orientale ad una trasposizione animata e da quest’ultima ad una versione leggermente aggiornata e con attori in carne ed ossa.

Questa, sinteticamente, “l’evoluzione” della pellicola che ci apprestiamo ad analizzare.

TRAMA
Aladdin p la versione “live-action”, ovvero con attori reali di un film già portato sul grande schermo.

Durante una lunga traversata in mare un uomo tenta di intrattenere i figli raccontando loro la storia di un giovane ladre che, con un piccolo aiuto, riuscirà a conquistare una bellissima principessa!

OPINIONI
Come avete già visto, in questa versione di Aladdin vi è una parte totalmente nuova, non presente nel film classico originale.

Come già avvenuto in passato con La Bella e la Bestia, infatti, anche in questo caso, la maggior parte della storia viene mantenuta, ma sono presenti anche alcune piccole “aggiunte”, che hanno, presumibilmente, lo scopo di variare la storia quel tanto che basta a non dare l’impressione di assistere ad un semplice “copia e incolla” dell’originale animato.

Del resto, ultimamente, in questo tipo di operazioni, è diventato veramente difficile capire “cosa vuole il pubblico”.

TECNICAMENTE
Il film regge molto bene anche dal punto di vista tecnico, con effetti visivi abbastanza riusciti, almeno dal mio punto di vista.

La colonna sonora è fantastica e rappresenta uno dei punti più nostalgici del film: è sempre bello ritrovare canzoni che già si conoscono, in versioni completamente nuove.

Per l’occasione è presente anche un brano totalmente inedito, un piccolo momento musicale per Jasmine, che sottolinea, a mio parere, un concetto espresso anche nella controparte animata: “Io non sono un trofeo da vincere”.

CONCLUSIONI
Una conferma della tendenza alla trasposizione dei grandi classici in versione “realistica” o pseudo tale e forse un tentativo di evitare problemi con i diritti d’autore, dato che il materiale trasposto appartiene alla Disney stessa!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

SPIDER-MAN: FAR FROM HOME RECENSIONE

Posted on 07 Ott 2019 in Cinema

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Spider-Man: Far from Home
Nazione: USA
Anno: 2019
Regia: J.Watss
Con: T.Holland, Zendaya

INTRODUZIONE
Il vero e proprio ultimo tassello di chiusura della fase quattro del Marvel Cinematic Universe che, con la pellicola precedente, ha salutato, dopo dieci anni, uno dei suoi personaggi più iconici.

Le conseguenze di questo evento risuonano ancora in questo nuovo prodotto, vediamo come.

TRAMA
Spider-Man: Far from Home è il nuovo film targato Marvel che segna la chiusura definitiva di un ciclo decennale.

Dopo il sacrificio di Tony Stark, che ha riportato l’umanità “cancellata” da Thanos sulla Terra, Peter deve cercare una nuova dimensione, convinto di essere stato scelto come il “nuovo Ieon-Man.

Durante una gita scolastica in Europa, però, il ragazzo verrà contattato da Nick Fury: l’obiettivo, questa volta, è fermare un gruppo di creature note come “Gli Elenentali”, agli ordini del perfido Mysterio.

OPINIONI
Sono d’accordo con moltissime delle opinioni circolate su Spider-Man: Far from Hpme nei giorni e nelle settimane seguenti alla sua uscita: Endgame è stato un film fantastico, epico ed emozionante, forse anche troppo, dopo la sua conclusione c’era sicuramente bisogno di qualcosa di più “leggero” e questo film era proprio ciò che molti cercavano.

Mettendo da parte la “discussione” tra Marvel e Sony circa i diritti di sfruttamento del personaggio, risolta solo di recente, abbiamo avuto quello che ci aspettavamo, almeno dal mio punto di vista.

TECNICAMENTE
A livello tecnico non c’è molto da dire: gli effetti visivi sono realizzati molto bene e la ricostruzione delle varie ambientazioni è abbastanza credibile, in particolare per quello che riguarda Venezia.

A tal proposito segnalo l’inserimento di alcuni brani musicali italiani che, però, non sono riuscito a riconoscere, ad eccezione di “Stella stai”.

CONCLUSIONI
Sicuramente il film meno “serio” prodotto dai Marvel Studios che, comunque, concede qualche momento all’emozione.

Rimanete davanti allo schermo fino alla fine dei titoli di coda, per un colpo di scena fondamentale ai fini della trama.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

DESCENDANTS 2 RECRNSIONE

Posted on 02 Ott 2019 in Cinema

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Descendants 2
Nazione: USA
Anno: 2017
Regia: K.Ortega
Con: D.Cameron, M.Hope

INTRODUZIONE
Il secondo capitolo delle avventure dei “ragazzi perduti”, ormai lontani dalla loro isola e alla ricerca di nuove opportunità per una vita normale.

Questa volta il pericolo arriva direttamente dagli abissi del mare!

TRAMA
Descendants 2 è il film sequel di una pellicola uscita, ormai, due anni fa e arrivata direttamente in televisione.

È trascorso un po’ di tempo dalla decisione di Ben, figlio del re, di “perdonare” i figli dei cattivi, concedendo loro la possibilità di tornare a far parte della società.

Sfortunatamente Ima, figlia di Ursula, non sembra essere d’accordo con tale decisione e tenterà di tutto per mandare a monte il fidanzamento ufficiale tra Ben e Mal, figlia di Malefica, lontana, però, dalle orme della madre.

OPINIONI
Ammetto di aver visto Descendants 2 in una giornata abbastanza particolare ma, proprio per questo, l’ho apprezzato maggiormente. Ho trovato molto carina, in particolare, una “trovata” alla quale ho pensato solo di recente: i protagonisti del film si chiamano Ben e Mal e sono ai due “poli opposti”, essendo un principe e la figlia di una cattiva, la strega della fiaba “La Bella Addormentata nel Bosco”. Rappresentano rispettivamente il Bene e il Male, almeno per come era pensato il personaggio femminile inizialmente!

TECNICAMENTE
Stiamo parlando di un film per ragazzi, quindi non certo ad alto budget o un capolavoro, questo non toglie che si tratti, sicuramente, di un prodotto ben realizzato che raggiunge perfettamente il suo scopo principale, intrattenere lo spettatore, obiettivo che, almeno nel mio caso, si può dire pienamente raggiunto.

Purtroppo, si tratta di un film musicale, quindi le canzoni non hanno proprio una rilevanza enorme, ma sono, comunque, abbastanza presenti.

CONCLUSIONI
Un prodotto ben confezionato e molto accattivante per i fan dei lavori della Disney.

Prestate particolare attenzione alla scena dopo i titoli di coda!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

NOTTI MAGICHE RECENSIONE

Posted on 27 Set 2019 in Cinema

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Notti Magiche
Nazione; Italia
Anno: 2018
Regia: P.Virzì
Con: L.Lamantia, I.Vetere

INTRODUZIONE
Uno dei più grandi eventi sportivi degli ultimi trenta anni funge da ambientazione per un giallo forse non tra i più originali, ma ugualmente suggestivo, in particolare per chi ha avuto modo di vivere direttamente certe emozioni.

Vediamo più da vicino di cosa si tratta.

TRAMA
Notti Magiche è un film giallo con un’ambientazione abbastanza particolare; Roma, 1990, durante la finale dei Mondiali viene ritrovato il corpo di un famoso produttore.

Dalle prime indagini emerge subito un potenziale collegamento tra la vittima e tre sospettati. Aspiranti sceneggiatori.

Il gruppo viene immediatamente prelevato per un interrogatorio.

La vicenda si snoda fino ad un colpo di scena inaspettato.

OPINIONI
Notti Magiche è un film che utilizza un evento sportivo ormai noto per costruire ed ambientare una storia che lo sfrutta esclusivamente come pretesto e cornice di una storia molto più complessa.

L’”ossessione” degli italiani per lo sport e in particolare per il calcio viene qui integrata a fini narrativi com’era stato fatto finora solo poche volte, nella storia del cinema recente, ad esempio in  Notte prima degli Esami.

TECNICAMENTE
Già dal titolo, in questo film, traspare una certa volontà di suscitare  nostalgia: Notti Magiche, infatti, il titolo di un brano cantato da Edoardo Bennato e Gianna Nannini che venne utilizzato come inno dei Mondiali del 1990.

Il brano è presente nel film, quasi in versione integrale, durante i titoli di testa e viene anche ripreso più avanti, durante una sequenza. L’ambientazione anni Novanta traspare anche dall’aspetto esclusivamente tecnico, grazie ad uno stile di ripresa e ad un filtro molto particolare.

La professione dei protagonisti offre anche lo spunto per un discorso meta-cinematografico e per una riflessione sulla superficialità di questo ambiente.

CONCLUSIONI
Un film imperdibile per i nostalgici che desiderano rivivere una certa atmosfera e in un certo senso anche per gli amanti dei gialli “alla Agatha Christie”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

ANIMALI FANTASTICI- I CRIMINI DI GRINDELWALCD RECENSIONE

Posted on 23 Set 2019 in Cinema

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Animali Fantastici- I Crimini di Grindelwald
Nazione: USA/UK
Anno: 2018
Regia: D.Yates
Con: E.Redmayne, D.Fogler

INTRODUZIONE
Secondo capitolo della saga di spin-off collegata al mondo di Harry Potter che, come il precedente, può vantare addirittura la consulenza tecnica di JK Rowling.

Purtroppo, quando si traspone un’opera tanto apprezzata, il risultato non è sempre all’altezza delle eventuali aspettative. Vediamo meglio cosa può essere andato storto.

TRAMA
Animali Fantastici- I Crimini di Grindelwald è il secondo film di una futura serie ambientata nella Londra magica che abbiamo già imparato a conoscere nel primo capitolo e nelle opere letterarie e cinematografiche precedenti.

Questa volta Newt si troverà coinvolto in una serie di eventi inspiegabili che sembrano ricondurre alla fuga di un vecchio nemico di Albus Silente.

OPINIONI
Nonostante avessi sentito criticare malissimo Animali Fantastici- I Crimini di Grindelwald ho deciso, comunque, giustamente, di guardarlo, per verificare se fosse veramente un film così brutto: le aspre critiche rivolte a questa pellicola sono, secondo me, in parte meritate, anche se io non così severo come le recensioni che ho sentito su Internet.

Il colpo di scene finale, ad ogni modo, non ha senso!

TECNICAMENTE
Quello che potrebbe salvare, in parte, il film è l’aspetto tecnico: gli effetti visivi sono, forse, un po’ altalenanti, per quanto riguarda la caratterizzazione di alcuni personaggi, invece, sembra che si “scivoli” leggermente, dando luogo, in alcuni casi, a situazioni che sembrano non avere molto senso.

Coraggiosissimo, invece, il fatto di attribuire a Silente una determinata caratteristica che viene solo accennata, ma che lo rende decisamente più profondo e sfaccettato.

CONCLUSIONI
Un prodotto non perfetto, anzi, con qualche grosso difetto che si può scegliere di ignorare o meno.

Se ci si ferma a riconsiderare alcune cose a mente fredda emergono subito incongruenze evidenti.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

Navigando tra queste pagine, esprimi il tuo consenso all'utilizzo dei cookies. Maggiori Info

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti.

Per maggiori informazioni sui cookies, visita questo sito.

Chiudi