•  
  •  
  •  
  •  
  •  

Vota

Titolo: La Notte dei Desideri

Autore: M.Ende

Editore: Tea Due

Anno: 1998

INTRODUZIONE

Pochissime volte capita di pensare ai gravi danni che alcuni nostri sconsiderati comportamenti infliggono al nostro stesso pianeta.

Fortunatamente, ogni tanto, capita che alcuni autori realizzino opere che, sebbene si celino sotto un aspetto apparentemente infantile, hanno il compito di farci riflettere su queste importantissime problematiche.

STORIA

La Notte dei Desideri è un libro che racconta la storia del Consigliere di Affatturazione Belzebù Malospirito che, la sera di San Silvestro riceve la visita di un Ispettore Infernale.

La creatura comunica all’uomo che, se entro la mezzanotte di quel giorno il mago non avrà provveduto a lanciare gli ultimi incantesimi previsti dal suo contratto vi saranno gravi conseguenze.

Belzebù riceve, più tardi la visita della zia Tirannia Vampiria e i due stregoni si mettono subito all’opera per completare l’incarico assegnato, ostacolati dai loro animali domestici.

OPINIONI

La Notte dei Desideri è un libro molto interessante e a tratti anche divertente, per le pittoresche descrizioni dei personaggi inserite dall’autore.

La novità principale sta nel fatto di raccontare la vicenda parzialmente dal punto di vista degli animali, in modo da farci rendere conto di cosa pensano loro di noi quando ci comportiamo in maniera irresponsabile e dannosa nei confronti del nostro stesso pianeta.

SCRITTURA

Questo libro è il secondo che mi capita di leggere di questo autore, devo dire che, rispetto a quello che credo fosse il suo primo romanzo o almeno quello più conosciuto, La Storia Infinita, le implicazioni contenute in questo sono decisamente più “pesanti”.

CONCLUSIONI

Un libro molto interessante, scorrevole, divertente ma profondo che può essere apprezzato maggiormente e compreso appieno solo molto più avanti, pur essendo, in apparenza, una semplice fiaba per bambini.

Una piccola perla della letteratura per ragazzi, consigliata, però, anche agli adulti, maggiormente in grado di comprenderne il messagggio.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •