•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

IL LIBRO DELLA GIUNGLA RECENSIONE
Vota

Titolo: Il Libro della Giungla
Nazione: USA
Anno: 2016
Regia: J.Favreau
Con: N.Sethi

INTRODUZIONE
Nuova opera cinematografica estrapolata da un classico animato Disney, a sua volta tratto da un celebre romanzo.

Questa volta, secondo alcune fonti, il materiale di partenza proviene maggiormente dalla fonte letteraria che da quella cinematografica animata.

STORIA
Il Libro della Giungla è l’ennesimo film con un attore in carne ed ossa tratto da un classico animato, tendenza affacciatasi ormai da qualche anno.

Mowgli è un orfano che ha sempre vissuto nella giungla indiana, allevato e circondato dagli animali.

Improvvisamente il ragazzino si troverà costretto a fuggire, minacciato da una ferocissima tigre, infuriata con gli uomini a causa di un affronto subito anni prima.

OPINIONI
Il Libro della Giungla è un film molto interessante, in gran parte per quanto detto precedentemente, anche se, non avendo mai letto l’opera originale dalla quale la pellicola è tratta, non sono in grado di dire fino a che punto questa trasposizione risulti fedele alla sua fonte originale.

Per quanto mi riguarda ho riscontrato, invece, molte somiglianze con la sua versione disneyana, inclusa una scena che vede protagonisti Mowgli e Baloo, che risulta più o meno uguale a quella del cartone animato, con relativo brano musicale, leggermente modificato, suppongo per adattarlo meglio al labiale nel doppiaggio, come accaduto già per La Bella e la Bestia.

TECNICAMENTE
Se consideriamo che si tratta di un film che utilizza massicciamente la CGI, ovvero la grafica digitale possiamo dire che il risultato è comunque ottimo.

Non è stato sicuramente facile, per l’unico attore in carne ed ossa, l’interprete di Mowgli, recitare tutto il tempo da solo, quindi bisogna tenerne conto.

CONCLUSIONI
Una pellicola divertente e suggestiva, che, come detto anche all’inizio, ha quasi l’aspetto di un’antica leggenda indiana.

Le citazioni alla versione animata sono molteplici, anche se non sempre di facile individuazione.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •