•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

PAC-MAN E LE AVVENTURE MOSTRUOSE RECENSIONE
5 (100%) 1 vote

Titolo: Pac-Man e le avventure mostruose
Nazione: Giappone/Canada/USA
Anno: 2013

INTRODUZIONE
Uno dei personaggi più famosi ed apprezzati della storia dei videogiochi diventa protagonista di una serie animata.

Vediamo com’è andata questa volta, tenendo conto che non si tratta propriamente del primo tentativo di trasposizione da un videogioco, in questo caso, al piccolo schermo.

STORIA
Pac-Man e le avventure mostruose è una serie animata che racconta la storia di Pacster, piccolo esserino giallo e tondo che vive in ciò che è rimasto di un pianeta chiamato Pac-Mondo.

Un giorno, dopo l’attacco di un gruppo di fantasmi, Pacster scopre di avere dei poteri molto particolari, che si attivano o si amplificano con l’ingestione di alcune bacche, provenienti da quello che viene chiamato L’Albero della Vita e di essere l’ultimo superstite di un’antica stirpe chiamata I Gialloni.

A lui spetterà il difficile compito di sconfiggere definitivamente il malvagio Betrayus.

OPINIONI
Ho scoperto da pochissimo Pac-Man e le avventure mostruose: come ogni videogiocatore che si rispetti conosco il personaggio di Pac-Man ma non avevo assolutamente idea che esistesse una serie animata basata sul personaggio.

Mi sono subito affezionato al protagonista e ai personaggi secondari, staremo a vedere!
TECNICAMENTE
Come quasi ogni serie animata anche questa è realizzata molto bene. Trattandosi di un prodotto di tale genere, però, non è possibile analizzare la regia e la fotografia, apprezzabile, però, il riferimento al videogioco, con il tipico motivetto, presente negli ultimissimi secondi della sigla iniziale.

CONCLUSIONI
Un prodotto molto interessante che non tenta quasi per niente di nascondere le proprie origini videoludiche.

Se avete apprezzato il gioco dal quale trae origine il personaggio potreste trovarla molto piacevole e divertente.

L’unico “scoglio”, forse, è rappresentato dalla necessità di sapere, almeno, chi sia Pac-Man, ma per superarlo è sufficiente documentarsi un po’, per il resto nessun problema.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •