UNIVERSI SCONOSCIUTI: ASHES OF GENESIS

Posted on 05 Mar 2020 in Cultura, Letteratura, Tecnologia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Concludiamo la “trilogia” delle recensioni di GDR recuperabili in versione video online con questa piccola “perla”, recuperabile sulla “piattaforma viola”.

Non conosco l’universo alla base di questo esperimento, a differenza di quanto avvenuto con i titoli precedenti, ovvero The Darkest Echoes e Rising Sjockgum, rispettivamente riferiti a Star Wars e a Ghostbusters, ma, “per completezza”. ho deciso di parlare anche di questo titolo.

Ci troviamo in un mondo immaginario, nella fittizia cittadina di Modnight City, i protagonisti sono tre sconosciuti, reclutati dal misterioso Campbell, presumibilmente per via delle loro peculiari capacità- Dopo l’iniziale diffidenza il gruppo deciderà di collaborare per recuperare un prezioso dossier, riferito ad una squadra di supereroi nota come Ghost Alliance.

L’universo al quale Ashes of Genesis fa riferimento mi è totalmente sconosciuto, ma ho iniziato ad appassionarmi ai GDR grazie ai format citati in precedenza, almeno per quello che riguarda questa modalità di realizzazione che ricorda molto le serie tv o.in questo caso, le webserierie, ovvero i prodotti seriali distribuiti esclusivamente online.

Immagino, inoltre che, dato che uno dei protagonisti ha come nome da supereroe Vertigo, questo sia anche il nome dell’etichetta fumettistica da cui attinge questo universo, sicuramente meno conosciuta rispetto alla DC o alla Marvel.

All’interno della serie, poi, fanno la loro comparsa personaggi noti di alcune serie tv, come Hiro Nakamura e Peter Petrelli, conosciuti nella serie tv Heroes che, nonostante il titolo, non dovrebbe aver nulla a che fare con i fumetti.

Per quanto riguarda i personaggi principali, invece, ovvero Ecate, Septimius/Seven/Boomhead e il sopracitato Vertigo, invece, non sono riuscito a reperire informazioni utili in Rete, quindi mi rivolgo ai lettori di questo blog: non sono un grande lettore, consumatore e appassionato di fumetti, ne ho letti pochissimi e non sono informato sui personaggi, ma, probabilmente, voi lo siete più di me, avete mai sentito nominare questi personaggi?

Sapete chi sono o da dove arrivano. Fumettisticamente parlando?


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

UN UNIVERSO NARRATIVO CHE FUNZIONA

Posted on 03 Mar 2020 in Cultura, Televisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dall’ormai lontano 2008, ovvero dal lancio del progetto narrativo Marvel Cinematic Universe, molte altre case di produzione cinematografica hanno deciso di tentare questa strada.

La cosa si è fatta evidente, però, solo negli ultimi anni, grazie o a causa dei cosiddetti “universi condivisi”, veri e propri mondi in cui si muovono una serie di personaggi che si “spostano” da una pellicola all’altra, da un libro all’altro, da un fumetto all’altro e così via.

Come detto la Marvel è stata la prima a tentare un esperimento di questo tipo, con grande successo. ma. nel corso degli ultimi anni, questo modello è stato preso d’ispirazione da molte altre realtà che. purtroppo, in qualche caso. Hanno fallito abbastanza clamorosamente.

Il più famoso di questi esperimenti rimane attualmente il DC Extended Universe, partito con Men of Steel e proseguito. in un certo senso, fino a Shazam!

Se cinematograficamente questo modello si è rivelato un buco nell’acqua, con incassi sempre minori ad ogni pellicola, televisivamente questa casa fumettistica sembra aver trovato la formula giusta, grazie al cosiddetto Arrowverse, partito con la serie tv Arrow ed espanso, poi, grazie a tutta una serie di personaggi secondari. le cui storie venivano raccontate poi in serie televisive a loro dedicate.

Per dare un senso di coesione maggiore, poi, una volta all’anno circa, l’Arrowverse ospitava un evento speciale crossover, ovvero una storia slegata dalla linea narrativa principale ma nella quale confluivano parte dei protagonisti delle serie incluse nel progetto, comprendente, quindi, titoli come Arrow, The Flash, Supergirl e Legends of Tomorrow, per citare solo le più importanti, alcune già recensite singolarmente su questo stesso spazio.

Il prossimo progetto televisivo di questo tipo avrà come titolo Crisi sulle Terre Infinite e ospiterà un nuovo personaggio, Batwoman, la cui serie è prevista in uscita a marzo.

Restate sintonizzati per questo nuovo, spettacolare evento!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

GHOSTBUSTERS-RIDING SHOOKGUN RECENSIONE

Posted on 02 Mar 2020 in Tecnologia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Ghostbusters-Riding Shookgun
Nazione: Italia
Anno 2020
Con: M.Ferrari, R.Tavecchia

INTRODUZIONE
Secondo esperimento legato ai giochi di ruolo im trasmissione streaming.

Questa volta ci spostiamo nell’universo soprannaturale/comico legato ad un popolare brand anni Ottanta.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

TRAMA
Ghostbusters-Riding Shookgun è una miniserie di tre episodi in formato campagna GDR legata all’universo degli Acchiappafantasmi.

Ci troviamo nel 2014, in un’immaginaria città, più o meno dalle parti di New York, tre sconosciuti vengono attirati nell’ufficio di un avvocato, con il pretesto di un’eredità.

Ben presto la storia assumerà connotati molto più inquietanti e con l’aiuto di una quarta persona, il gruppo si troverà costretto a collaborare.

OPINIONI
Ghostbusters-Riding Shookgun è una miniserie appena terminata che ho apprezzato molto, conosco la trilogia originale e sono al corrente di un tentativo di rilancio, effettuato qualche anno fa, che ha “floppato” malamente, registrando incassi sufficientemente bassi da non giustificare la prosecuzione di quella che avrebbe dovuto essere l’ennesima saga.

Comunque sia questo progetto funge anche da prequel per un fan film di prossima uscita, che ha subito ritardi nella pubblicazione, prevista, inizialmente. Per l’anno scorso.

TECNICAMENTE
Nonostante si tratti di una miniserie, quindi  estremamente breve, si tratta di qualcosa di interessantissimo, soprattutto per i fan della materia originale.

Il programma utilizzato per la trasmissione è lo stesso della serie precedente, quindi è normale che, di tanto in tanto, si verifichino dei problemi nella trasmissione o nell’utilizzo del programma per il lancio dei dadi.

La narrazione effettuata dal master include anche delle piccole chicche indirizzate agli appassionati, uno dei personaggi, in particolare, è un delizioso riferimento ad un personaggio secondario della serie animata.

CONCLUSIONI
Il secondo esperimento di questo tipo. Anche se di breve durata, recuperabile su YouTube. Prevista prossimamente una terza serie a tema fumettistico.

Sicuramente qualcosa di molto particolare, che vale la pena guardare.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

THE DARKEST ECHOES RECENSIONE

Posted on 27 Feb 2020 in Tecnologia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: The Darkest Echoes

Nazione; Italia

Anno: 2019

Con: M.Ferrari, M.Pozzoli

INTRODUZIONE

YouTube e le piattaforme streaming video in generale sono un terreno fertile perfetto per nuove “sperimentazioni narrative”.

Un esempio di questo tipo possono essere le “serie” basate su campagne di giochi di ruolo, some questa.

TRAMA

The Darkest Echoes è una serie basata su una campagna GDR legata all’universo narrativo di Star Wars, i cui protagonisti sono quattro personaggi molto diversi tra loro, uniti in un gruppo improbabile, ma ognuno con un proprio obiettivo da raggiungere. Con il passare dal tempo il rapporto tra i quattro evolverà gradualmente, fino a raggiungere un epico e commovente finale.

OPINIONI

Non avevo mai visto una campagna GDR trasposta come una webserie e The Darkest Echoes ha rappresentato, per me, una “prima volta”.

In quel periodo, poi, ho avuto la possibilità di incontrare personalmente uno dei protagonisti e di condividere con lui una mia impressione sulla svolta narrativa verificatasi nell’ultimo episodio allora disponibile.

Da notare, inoltre, che, confrontando le date di pubblicazione degli episodi si può notare la concomitanza con l’uscita dell’ultimo episodio della nuova trilogia cinematografica.

Interessante, no?

TECNICAMENTE

Non sono a conoscenza perfettamente del metodo impiegato per trasmettere questa campagna GDR in formato video, ma, da quello che ho capito, il “master” si è “specializzato” in questo tipo di produzioni, facendone il prodotto di punta del suo canale. Ovviamente il sistema di gioco non è perfetto e nel corso della serie i partecipanti si trovano, qualche volta, ad affrontare qualche problema, ma suppongo che questo sia all’ordine del giorno, non tanto o non solo per ciò che riguarda il gioco in sé, quanto per la sua trasmissione in streaming.

CONCLUSIONI

Una serie realizzata in modo molto particolare, legata ad un universo narrativo che, qui, trova maggior “giustizia” rispetto all’ultimo capitolo della saga cinematografica.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

AVENGERS GRIMM RECENSIONE

Posted on 26 Feb 2020 in Cinema

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

 

Titolo: Avengers Grimm

Nazione: USA

Anno: 2015

Regia: J.M.Inman

Con: C.Van Dien, L.Parkinson

INTRODUZIONE

Come tutti dovremmo sapere lo streaming non è solo un mezzo per recuperare pellicole che abbiamo perso in sala, ma può essere anche una fonte di sorprese.

Alcuni registi, infatti, dirigono film che, magari, a volte, non riescono a trovare distribuzione in sala e finiscono, quindi, direttamente su questi spazi, come nel caso in questione.

TRAMA

Avengers Grimm è un film ambientato nel mondo delle favole, almeno in apparenza e inizialmente.

La Regina Biamcaneve riceve l’inaspettata e sgradita visita di Tremotino, che la informa di aver appena ucciso il Re.

La creatura ha, inoltre con sé un frammento dello Specchio Magico, che gli consente di aprire un portale.

Arrivate nel nostro mondo Biamcameve, Aurora, Cenerantola e Raperonzolo dovranno cercare Cappuccetto Rosso e convincerla ad aiutarle a fermare Tremotino.

OPINIONI

Avengers Grimm è un film che ho apprezzato, anche se, inizialmente, non ne avevo sentito parlare.

Mi piacciono le produzioni che, in qualche modo, hanno a che fare con il mondo delle fiabe e in questo caso devo dire che non si tratta delle classiche “principesse Disney”, fanciulle in difficoltà che necessitano dell’intervento del Principe Azzurro che le salvi o le liberi, ma di donne forti, “toste” e libere, a differenza di quanto visto nei classici animati o in serie tv come C’era una Volta che, comunque, tentava già di “rimescolare le carte in tavola”.

TECNICAMENTE

Un aspetto tecnico che salta subito all’occhio, fin dalle primissime scene di questo film, è la fotografia, molto luminosa, forse, a tratti, anche troppo.

I personaggi sono caratterizzati abbastanza superficialmente, ma, comunque, in modo soddisfacente, anche se una di loro dispone di un potere che la rende simile ad Elsa o comunque alla Regina delle Nevi.

CONCLUSIONI

Un film che, in qualche modo, dimostra che le piattaforme streaming non sono solo “discariche” o depositi per progetti scartati o a basso budget.

La scena pre-credits preannuncia un sequel già presente sulla piattaforma Amazon Prime Video.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

RAGNAROK RECENSIONE

Posted on 24 Feb 2020 in Televisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

 

Titolo: Ragnatok

Nazione: Danimarca, Norvegia

Anno: 2020

Con: D,Stakston, J.S.Gravli

INTRODUZIONE

La mitologia norrena è molto suggestiva e i miti e il folklore rivestono una grande importanza per alcune popolazioni.

Se mescoliamo questo elemento con una certa dose di critica sociale ecologista otteniamo qualcosa di molto particolare, come in questo caso.

TRAMA

Ragnarok è una serie tv con una trama solo apparentemente semplice, ma ricca di risvolti imprevedibili.

Magne è un ragazzo trasferitosi con la madre e il fratello nella piccola e pittoresca cittadina di Edda, in Norvegia.

Fin dal loro arrivo il ragazzo inizia a notare qualcosa di strano, ma, almeno inizialmente, decide di non dare troppo peso alla questione. Le cose precipiteranno dopo la morte di Isolde, compagna di scuola dei due ragazzi.

OPINIONI

Ragnarok è una serie tv che mi ha sorpreso abbastanza: tutti noi siamo a conoscenza di un certo problema chiamato “cambiamento climatico”, non dovrebbe essere una novità, la questione è sempre esistita, ma sembra essersi fatta più urgente e pressante nell’ultimo anno, più o meno, lo stesso clima che troviamo fuori non dovrebbe essere molto naturale per questo periodo.

Quello che sorprende è trovare un prodotto d’intrattenimento che affronti questa emergenza, spingendo ad una certa riflessione.

TECNICAMENTE

Ragnarok è una serie tv fantasy e come tale deve utilizzare, quasi di regola, effetti speciali o visivi per simulare alcune cose che, naturalmente, altrimenti, non sarebbero possibili.

Ogni puntata, poi, affronta uno specifico tema o una data figura della mitologia, che viene opportunamente introdotta da una piccola didascalia iniziale, per fornire un giusto contesto.

È presente anche una certa dose di violenza, contestualizzata dalla particolare natura di alcuni personaggi.

CONCLUSIONI

Spettacolare, affascinante, ma molto profonda.

Una serie che mi ha restituito alcune “vibrazioni” e atmosfere da cinefumetto, pur non essendo inserita in un progetto riguardante i supereroi, come le produzioni MCU.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

A VOLTE RITORNO RECENSIONE

Posted on 20 Feb 2020 in Letteratura

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: A Volte Ritorno

Autore: J.Niven

Editore: Einaudi

Anno: 2012

INTRODUZIONE

A volte, girando su Internet o sui social, si sente dire o si legge “Attendo questa cosa come la Seconda Venuta di Gesù”, o, almeno, a me è capitato.

Ma cosa accadrebbe se Lui tornasse veramente? Cosa penserebbe del mondo di oggi?

Vediamo di spiegare meglio.

TRAMA

A Volte Ritorno è un libro umoristico, almeno in parte, che si basa su un’idea apparentemente, semplice: ci troviamo in Paradiso, Dio, dopo aver esaminato l’operato dell’Umanità, decide di rimandare sulla Terra Suo figlio.

Il ragazzo diventa, ben presto, una celebrità, grazie ad un noto programma musicale, ma non dimentica la missione e il messaggio fondamentale affidataGli dal Padre, finendo, perfino, in televisione.

OPINIONI

A Volte Ritorno è un libro che, secondo me, nonostante la sua vena umoristica, potrebbe aver generato o generare, ancora oggi, qualche perplessità: le figura e i temi portanti dell’opera, come avrete notato, sono parte fondamentale della Dottrina e della Fede cristiana, sebbene l’elemento ultraterreno sia “confinato”, soprattutto, ai primi capitoli.

L’atmosfera generale, comunque, rimane abbastanza leggera e l’opera contiene molti riferimenti alla musica, in particolare al rock.

SCRITTURA

Non sono, ovviamente, un esperto qualificato, ma posso dire che, dal punto di vista stilistico e di scrittura, questo libro sembra realizzato piuttosto bene.

La struttura è relativamente semplice, divisa in varie parti, a loro volta suddivise in vari capitoli, uno stile  chiaro che, ogni tanto, contiene anche qualche espressione un po’ “grezza” o gergale, probabilmente con lo scopo di rendersi appetibile e fruibile anche ai lettori più giovani.

Questo è evidente, in particolare, nella parte che riguarda l’esperienza a Los Angeles, profondamente critica nei confronti della società attuale.

CONCLUSIONI

Un libro sicuramente non facile, a causa del contesto e dei personaggi coinvolti ma che, superato un certo preconcetto, può rivelarsi una lettura gradevole.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More