THE SIMS 4-STRANGERVILLE

Posted on 08 Mag 2019 in Videogiochi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: The Sims 4 StrangerVille
Sviluppatore: Eòectronic Arts
Distributore: Electronic Arts
Data di Uscita: 2019

INTRODUZIONE
Esistono persone convinte che, in qualche modo, esistano cose o eventi di cui il Governo non può, non deve e neon vuole parlare.

Tale fenomeno, definito “complottismo” è molto diffuso, soprattutto in America.

Esaminiamo questo caso particolare che, secondo me, rappresenta uno strumento per “giocare” ed ironizzare su questa tendenza.

STRUTTURA
The Sims 4 StrangerVille è un videogioco collegato al noto “marchio” The Suns che da ormai quasi venti anni sta appassionando milioni di giocatori in ogni parte del mondo.

Questa volta si tratta di un “semplice” “pacchetto di gioco”, ovvero una gradevole aggiunta che incorpora alcune dinamiche molto particolari.

Una volta scelto o creato il nostro personaggio, infatti, potremo decidere di trasferirci in un nuovo lotto disponibile, una città desertica, nella quale una schermata introduttiva ci aiuterà a capire che, in quel luogo, nulla è ciò che sembra.

Starà al giocatore esplorare a fondo la zona e tentare di svelarne i molti oscuri segreti!

OPINIONI
Apprezzo moltissimo The Sims 4 StrangerVille e lo ritengo un videogioco abbastanza innovativo nel suo genere: a differenza delle precedenti aggiunte del gioco, qui si cerca, nei limiti del possibile, di inserire una specie di “trama” da portare avanti.

Esplorando la città, infatti, ci imbatteremo in una sorta di “creature”: sim che si muovono in modo strano e scomposto, simili a zombie.

Che si tratti del frutto di esperimenti segreti condotti nel laboratorio vicino?

TECNICAMENTE
Dal mio punto di vista questo videogioco è molto stuzzicante, per quanto relativamente semplice da giocare: adoro i prodotti mystery e fantascientifici e non rinuncio mai alla mia partita quotidiana, salvo eventuali problemi tecnici, dovuti ad errori o mancanza di connessione.

CONCLUSIONI
Se avete amato e amate ancora la saga di The Sims, ma cercate qualcosa con una dinamica leggermente diversa e più “profonda” questo è il prodotto che fa per voi.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

ALEXA RECENSIONE

Posted on 07 Mag 2019 in Tecnologia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nome: Alexa
Sviluppatore: Amazon
Distributore: Amazon
Data di Uscita: 2014

INTRODUZIONE
Amazon è una delle più grandi e famose compagnie americane esistenti.

Partita come servizio di consegna per corrispondenza, oggi, è diffusa in molti altri ambiti, tra cui l’intrattenimento pn-demand.

Non sorprende, allora, sapere che uno dei settori d’interesse della compagnia è l’introduzione dell’utilizzo di prodotti basati sul principio dell’intelligenza artificiale ad uso domestico, vediamone un esempio.

FUNZIONAMENTO
Alexa è un’assistente digitale sviluppata da Amazon, che si può connettere a determinate periferiche di casa, consentendoci di controllarle vocalmente, tramite appositi comandi o con l’ausilio di un’applicazione da installare sul proprio smartphone, dopo l’acquisto del dispositivo.

La configurazione è guidata e si completa in qualche minuto.

OPINIONI
Alexa è un’assistente digitale che abbiamo acquistato anche noi e che, personalmente, mi piace usare, anche se, stranamente, “il minimo indispensabile”.

La mattina, ad esempio, al risveglio, la “saluto” e questa, riconoscendo la mia voce, “ricambia”, fornendomi le ultime notizie.

Grazie ad uno degli ultimi aggiornamenti, inoltre, propone, ogni giorno, la recensione di un film diverso da recuperare.

TECNICAMENTE
Questa assistente digitale, come suppongo quasi tutte, ogni tanto, dà qualche piccolo problema: se si è troppo lontani, ad esempio, il comando non viene “registrato” e va eseguito manualmente.

Inoltre, alcune parole, che per noi, ormai suonano naturali, non vengono comprese, perché, magari, non sono state inserite nel suo “vocabolario”.

Capita, poi, di voler fare una ricerca su qualcosa e di sentirsi dire frasi come “Mi dispiace, non ho capito”- in alcuni casi è persino divertente sentire questi commenti, provare o “cercare” per credere, dato che, con una veloce ricerca in Rete si trovano video anche abbastanza folli. assurdi e divertenti!

CONCLUSIONI
Una “presenza” utile, una “compagnia” se e quando ci si sente soli ma, soprattutto, trattandosi di un oggetto tecnologico, una “chicca” per gli appassionati di domotica.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

HOTEL TRANSYLVANIA 2 RECENSIONE

Posted on 03 Mag 2019 in Cinema

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E
Titolo: Hotel Transylvania 2
Nazione: USA
Anno: 2015
Regia: G.Tartakovsky
Con le voci di: C.Bisio, C.Capotondi

INTRODUZIONE
A volte, per un genitore rimasto solo può essere difficile “rinunciare” ai propri figli, persino quando questi diventano grandi.

Questa volta lo è ancora di più, dato che stiamo parlando di una famiglia estremamente particolare, ma andiamo con ordine.

TRAMA
Hotel Transylvania 2 è il nuovo film che vede come protagonista uno dei vampiri più famosi della storia del cinema, Dracula, alle prese con la gioia dell’essere nonni.

Sono passati anni, ormai, dall’inizio della relazione tra Mavis e Jhonny e la famiglia ora deve fare i conti con l’arrivo di un nuovo componente.

Quando Dracula scopre di avere a che fare con un vero bambino umano, però, la situazione si complicherà.

OPINIONI
Non ricordo molto bene Hotel Transylvania 2, essendo passati ormai quattro anni dall’uscita di questo film: le scene che mi sembra di riuscire a richiamare alla memoria, però, fortunatamente, sono relative al vero “succo” e al significato della pellicola e credo che questo sia ciò che importa veramente, anche se, ovviamente, trattandosi di un prodotto animato, è tutto reso in termini abbastanza comici e caricaturali e non ci si potrebbe aspettare niente di molto diverso.

TECNICAMENTE
Dal mio punto di vista, almeno sotto l’aspetto tecnico, il film si mantiene molto buono, quasi a livello del precedente.

A questo proposito c’è anche da dire che le voci, pur appartenendo a personaggi famosi, danno un buon effetto, tanto da sembrare affidate ad attori non professionisti.

È presente anche un personaggio doppiato dal compianto Paolo Villaggio, nella sua prima e ultima interpretazione.

CONCLUSIONI
Un film delizioso, divertente e profondo, che insegna ad accettare gli altri nonostante le loro diversità a i loro “difetti”.

Recentemente è stato prodotto e rilasciato anche un terzo capitolo che, però, si concentra su tematiche e toni totalmente diversi.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

UN’ESTATE AL CINEMA!

Posted on 02 Mag 2019 in Attualità, Cinema, Cultura

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il cinema è un mezzo espressivo potentissimo e con una grande storia alle spalle che inizia, infatti, ancora alla fine dell’Ottocento.

Nel corso della sua lunga vita , poi, il cinema è stato utilizzato anche come mezzo di propaganda, grazie ai cosiddetti “cinegiornali”, particolarmente diffusi durante la guerra, prima dell’invenzione della televisione.

Con il passare del tempo sono diventate chiare le enormi potenzialità di questo strumento, soprattutto a scopo di intrattenimento, grazie a grandi capolavori di questa nuova arte si è diffuso un modo tutto nuovo di concepire il mondo che ci circonda e di inventare e raccontare storie.

Sfortunatamente, con il passare del tempo e ancora di più negli ultimi anni, andare al cinema è diventato in passatempo piuttosto costoso, soprattutto per quanto riguarda il prezzo dei biglietti, non sempre così abbordabile, in aggiunta al fatto che, solitamente, in particolare in estate, la gente parte per le vacanze e le sale si svuotano.

Per “prevenire” questo fenomeno, quest’estate, alcune case di produzione e distribuzione hanno deciso di lanciare i propri titoli di punta proprio durante il periodo estivo, grazie ad una particolare iniziativa chiamata MovieMent. I titoli proposti spaziano tra vari generi, dall’horror, con l’uscita nelle salr fi Annabelle 3 ai remake 3D/live action dei classici Disney con Il Re Leone, dalla fantascienza comica, con Men in Black-International all’action con Fast & Furious-Hobbs & Shaw e tanti altri.

Per ricevere informazioni più complete è sufficiente andare sul sito ufficiale www.movie-ment.it e compilare l’apposito “modulo” che consente, presumibilmente, di ricevere aggiornamenti sull’iniziativa. Da segnalare, tra le altre curiosità, la presenza di un piccolo spot pubblicitario che precede l’inizio delle proiezioni dei film in sala nell’ultimo periodo.

Personalmente ammetto di essere venuto a conoscenza di questa rassegna in tal nodo e penso che si tratti di un’ottima forma di promozione, sono contento e trovo che MovieMent sia una buona idea.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

AVENGERS-ENDGAME RECENSIONE

Posted on 29 Apr 2019 in Cinema

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Avengers: Endgame
Nazione: USA
Anno: 2019
Regia: A. e J.Russo
Con: C.Evams, S.Johansson

INTRODUZIONE
Ventiduesimo tassello del grande mosaico del Marvel Cinematic Universe che concludo una grande saga, iniziata, ormai, undici anni fa.

I Vendicatori dovranno tentare di riportare la situazione alla normalità dopo il compimento del grande piano di Thanos.

TRAMA
Avengers-Endgame è il film “conclusivo” della terza fase del progetto Marvel. Iniziato nell’ormai lontano 2009,

Dopo lo “schiocco” e la conseguente scomparsa di metà della popolazione dell’Universo, I Vendicatori tentano, faticosamente, di riprendere le proprie vite.

Scott Lang, tornato dal Regno Quantico, propone una soluzione tanto audace quanto apparentemente difficile da realizzare: tornare indietro nel tempo per recuperare le Gemme dell’Infinito e fabbricare un nuovo Guanto prima che Thanos possa averne occasione.

Sarà una vera e propria corsa contro il tempo per salvare ogni forma di vita senziente ed evitare che “la storia si ripeta”.

OPINIONI
Ho visto Avengers-Endgame proprio pochi giorni fa e devo ammettere di essere rimasto estremamente soddisfatto: ho seguito il progetto MCU quasi fin dagli inizi e questo film rappresenta, di fatti, la conclusione di un’era, molti di quelli che, ora, hanno la mia età sono praticamente cresciuti con queste pellicole e nei giorni scorsi, come nel caso di Avengers: Infinity War, si è parlato parecchio di questo evento.

Come per tutti i film più attesi si sono fatte molte teorie, soprattutto, ovviamente, tra i fan e l’atmosfera che si crea in questi casi, dal mio punto di vista, è piuttosto elettrizzante e crea un certo senso di “condivisione”.

TECNICAMENTE
Come tutti i film realizzati fino a questo momento, anche Avengers-Endgame si dimostra molto spettacolare dal punto di vista estetico e visivo.

Sono presenti alcune citazioni ben contestualizzate a pellicole precedenti della saga, dal primo The Avengers a Guardiani della Galassia.

La vena umoristica è sempre presente ed utile a smorzare la tensione.

CONCLUSIONI
Una degna conclusione di un lunghissimo percorso, che potrebbe lasciare, per certo versi, un senso di amaro in bocca.

Trattandosi della fine di un ciclo, questa volta, non sono presenti scene post-credit.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

THE PUNISHER RECENSIONE

Posted on 26 Apr 2019 in Televisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: The Punisher
Nazione: USA
Anno: 2017
Con: J.Bernthal. A.R.Revah

INTRODUZIONE
Dalla Marvel ecco una nuova produzione, incentrata, questa volta, non tanto su un supereroe quanto su quello che viene definito comunemente “vigilante”

Vediamo nel dettaglio la storia, per spiegare la differenza tra queste due figure.

TRAMA
The Punisher è la serie tv più “normale” tra quelle prodotte dalla collaborazione Marvel-Netflix uscite nel corso degli ultimi anni.

Frank Castle è un ex-marine degli Stati Uniti che ha assistito impotente all’omicidio della propria famiglia, ad opera di un gruppo di uomini mascherati.

A partire da quel momento il suo obiettivo principale sarà quello di vendicarsi.

OPINIONI
A dire la verità la trama della serie tv e molto più complessa, tanto è vero che il desiderio di vendetta di Frank si esaurisce completamente nel corso della prima stagione.

Sono, attualmente, a metà circa della seconda e non si fa più parola di tutto questo, ora The Punisher sembra, piuttosto, incentrato su una sorta di vendetta personale, con componenti quasi thriller, soprattutto in riferimento a certe sequenze.

Non sono presenti riferimenti alle produzioni precedenti, ad eccezione della saltuaria comparsa di un personaggio.

TECNICAMENTE
Questa serie tv non spettacolarizza eccessivamente o almeno non grazie all’uso di effetti visivi; il comparto tecnico e in larga misura rappresentato dall’aspetto coreografico dei combattimenti e da una violenza che, in certi casi, forse, appare eccessiva.

La trama in generale è infatti tipica dei cosiddetti “revenge movie”, nei quali il protagonista cerca giustizia per conto suo, eliminando tutto e tutti quelli che si trovano sul proprio cammino.

Se dovessimo fare un parallelismo potremmo accostarlo probabilmente a personaggi come Batman, almeno dal punto di vista dell’assenza di poteri.

CONCLUSIONI
Una serie “da veri uomini” dura, cupa e violenta.

Sconsigliata alle persone facilmente impressionabili.

Un’altra “vittima” delle cancellazioni operate da Netflix, avvenuta, in questo caso, dopo la seconda stagione.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

THE IMITATION GAME RECENSIONR

Posted on 25 Apr 2019 in Cinema

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: The Imitation Game
Nazione; USA
Anno: 2014
Regia: M.Tyldum
Con: B.Cumberbatch, K.Knightley

INTRODUZIONE
Il computer e l’informatica fanno, ormai, parte della nostra vita privata e professionale da anni, anzi da decenni, ma nessuno di noi si è mai fermato a riflettere su come questo potentissimo strumento sia effettivamente nato e sul ruolo che questa macchina e il suo creatore abbiano svolto ai tempi di uno dei più sanguinosi conflitti che la storia umana ricordi.

TRAMA
The Imitation Game è il film che racconta, in versione certamente più romantica e tragica la vita del brillanta matematico Alan Turing, artefice di un’invenzione rivoluzionaria.

Nel pieno della Seconda Guerra Mondiale Turing viene selezionato, insieme ad un gruppo di ricercatori, per un progetto governativo segreto: ideare una macchina in grado di decifrare in breve tempo le comunicazioni in codice trasmesse dall’esercito tedesco.

L’enorme pressione che comporta questo importantissimo incarico avrà gravi conseguenze sulla vita privata dell’uomo.

OPINIONI
The Imitation Game è un film che non avevo mai visto ma del quale avevo sentito parlare già tempo fa: sono sicuro di non essere l’unico a non conoscere la figura di Turing, nonostante questo le scene mostrate portano ad immedesimarsi molto nel protagonista, soprattutto nelle sequenze in cui viene mostrata la profonda frustrazione dell’uomo nei confronti di chi, in un modo o nell’altro, cerca di ostacolare il suo lavoro.

Pur non essendo il tema centrale è presente anche un discorso sull’omosessualità e su come venisse vista al tempo e quando viene illustrato il “compromesso” per risolvere questo “problema” arriva la parte più dura.

TECNICAMENTE
Anche l’aspetto tecnico in questo film ha la sua importanza: la fotografia è molto scura e cupa, adatta a sottolineare l’atmosfera di minaccia incombente.

Alan, interpretato da Benedict Cumberbatch, inizialmente appare un po’ freddo e cinico, caratteristica comune a tutti i personaggi portati sullo scherma finora da questo attore, da Sherlock a Doctor Strange.

CONCLUSIONI
Potente, intenso e drammatico, un punto di vista umano su un personaggio di cui non si parla tanto spesso.

La stessa Regina ha potuto riconoscere solo di recente il grande contributo apportato da quest’uomo, pubblicando una lettera ufficiale di scuse.

Magra consolazione, considerando la fine prematura della vita di Turing nella vita reale!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

Navigando tra queste pagine, esprimi il tuo consenso all'utilizzo dei cookies. Maggiori Info

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti.

Per maggiori informazioni sui cookies, visita questo sito.

Chiudi