LE TERRIFICANTI AVVENTURE DI SABRINA RECENSIONE

Posted on 27 Nov 2018 in Televisione

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Titolo: Le Terrificanti Avventure di Sabrina
Nazione: USA
Anno: 2018
Con: K.Shipka, R.Lynch

INTRODUZIONE
Dimenticate tutto ciò che credevate di sapere o che avete visto da bambini sulle streghe simpatiche e pasticcione!

Queste creature, infatti, come tutti sappiamo, possono essere anche cattive ed inquietanti.

È quello che le fiabe ci insegnano da sempre, dopotutto e qui più che altrove ne abbiamo una prova lampante!

STORIA
Le Terrificanti Avventure di Sabrina è una nuova versione di un personaggio che alcuni di noi hanno già imparato a conoscere grazie alla serie tv anni Novanta Sabrina-Vita da Strega, ma decisamente più “dark”.

Sabrina Spellman è una giovane orfana che vive con le sue zie, in seguito alla morte dei genitori.

La notte del suo sedicesimo compleanno la ragazza si troverà costretta ad affrontare il proprio Oscuro Battesimo.

Il suo rifiuto scatenerà conseguenze imprevedibili!

OPINIONI
Come dicevo Le Terrificanti Avventure di Sabrina è decisamente diverso dalla versione del personaggio presentataci più di venti anni fa.

Non ho mai letto le avventure fumettistiche che stanno alla base delle trasposizioni televisive ma una cosa è certa: questa serie tv attinge pienamente a quello che potrebbe essere un repertorio di genere horror, senza tralasciare, comunque, tematiche importanti come il bullismo, la discriminazione e il femminismo, argomento più che mai attuale, a causa dei tanti scandali che stanno riempiendo i social e le pagine di cronaca dei giornali in questi ultimi tempi.

TECNICAMENTE
Anche dal punto di vista tecnico ci troviamo in presenza di una serie tv estremamente particolare: le luci e la fotografia sono un ottimo supporto ad un’atmosfera lugubre e cupa, grazie a colori caldi ma che, soprattutto nelle scene in interno, utilizza molto la penombra.

Anche le varie creature presenti sono ottimamente realizzate.

CONCLUSIONI
Cupo ed inquietante, una versione “riveduta e corretta” di un personaggio molto amato.

A causa di alcune immagini particolarmente forti è consigliabile la visione ad un pubblico adulto.


  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
Read More

BLACK PANTHER RECENSIONE

Posted on 13 Nov 2018 in Cinema

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Titolo: Black Panther
Nazione: USA
Anno 2018
Regia: R.Coogler
Con: C.Boseman, M.B.Jordan

INTRODUZIONE
Diciannovesimo prodotto di casa Marvel, basato sulla storia di un supereroe ancora poco conosciuto e che gode, sicuramente, di una grande popolarità solo presso gli amanti delle sue avventure sulla carta stampata.

Questa volta, inoltre, ci troviamo davanti a qualcosa di molto particolare, vediamo perché.

STORIA
Black Panther è il nuovo film della Marvel che racconta la storia di Tchalla, principe dell’immaginaria nazione africana del Wakanda che, dopo la morte del padre, si trova a dovergli succedere al trono, affrontando anche una difficile decisione: proteggere il segreto del suo regno o utilizzare le tecnologie in suo possesso per aiutare le altre nazioni.

OPINIONI
Black Panther è un film che ho apprezzato molto, per più di un motivo: ho già espresso diverse volte, in passato, anche in questo spazio, la mia passione per le produzioni Marvel, inoltre, stavolta, non ci troviamo più in America ma in Africa, quindi l’atmosfera è completamente diversa rispetto al passato. Magari non si tratta di qualcosa di particolarmente innovativo, ma, se non altro, si manifesta una certa volontà di “osare” maggiormente, rispetto al solito.

TECNICAMENTE
Pur essendo un semplice appassionato, quindi non sufficientemente in grado di giudicare in film in maniera approfondita dal punto di vista tecnico, posso dire di essere stato estremamente colpito da Black Panther.

La fotografia, molto luminosa e calda, restituisce perfettamente la sensazione dell’ambientazione desertica, nelle scene in cui questa è presente.

Le musiche, invece, si rifanno dichiaratamente a sonorità tribali e conferiscono all’opera un’atmosfera “mistica” molto suggestiva.

Anche gli effetti visivi sono ben utilizzati, per quanto, forse, meno spettacolari del solito.

CONCLUSIONI
Un altro buon prodotto supereroistico, che affronta, con il pretesto di intrattenere, tematiche profonde ed importanti, portandoci in un territorio mai esplorato prima.


  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
Read More

SMETTO QUANDO VOGLIO: AD HONOREM RECENSIONE

Posted on 09 Nov 2018 in Cinema

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Titolo: Smetto Quando Voglio: Ad Honorem
Nazione: Italia
Anno: 2017
Regia: S.Sibilia
Con: E.Leo, P.Sermonti

INTRODUZIONE
Si conclude la trilogia delle avventure della “banda dei ricercatori”!

Questa volta il nostro improbabile gruppo si troverà ad affrontare una gravissima minaccia bioterroristica, vediamo meglio la trama nel dettaglio.

STORIA
Smetto Quando Voglio: Ad Honorem è il terzo film della trilogia sulla “banda dei ricercatori”, che abbiamo già imparato a conoscere nelle prime due pellicole.

Dopo gli eventi dei capitoli precedenti il gruppo viene separato e confinato in diverse strutture carcerarie.

A causa di una possibile minaccia biologica Pietro Zinni, il capo del gruppo si troverà costretto a riunire i suoi compagni per tentare di sventare il pericoloso piano di Walter Mercurio, intenzionato ad attaccare La Sapienza durante una cerimonia alla presenza delle più alte cariche dello Stato.

OPINIONI
Smetto Quando Voglio: Ad Honorem non è propriamente un film a sé, quanto, piuttosto, la seconda parte delle vicende iniziate nel secondo capitolo.

Senza anticipare nulla, si può, infatti, dire che la pellicola precedente si concludeva con un finale aperto, infatti, probabilmente, qui la storia parte quasi immediatamente dopo la conclusione di quanto mostrato in Masterclass, il che ne rende imprescindibile la visione.

TECNICAMENTE
Ovviamente, anche in questo film, la regia è molto buona e la fotografia conserva quel taglio e quelle tinte “acide” che sono il marchio di fabbrica di tutta la serie, questo è anche normale, se si pensa che le due pellicole sono state girate contemporaneamente, tanto da essere considerate come un unico film spezzato in due parti, questo si nota di più se si tiene conto del finale “tronco” del suo predecessore.

Pur conservando una sua identità, inoltre, sono riscontrabili alcune citazioni a pellicole o serie tv abbastanza note, una, in particolare abbastanza riconoscibile, in particolare per gli estimatori dell’opera televisiva più nota di JJ Abrams, Lost.

CONCLUSIONI
Un prodotto interessante, che mantiene i tratti caratteristici di tutta la serie, incluso un sottofondo amaro di critica sociale


  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
Read More

RIVERDALE RECENSIONE

Posted on 07 Nov 2018 in Attualità

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Titolo: Riverdale
Nazione: USA
Anno: 2017
Con: L,Perry, C.Sprouse

INTRODUZIONE
La letteratura e l’intrattenimento in generale sono pieni di storie ambientate in luoghi apparentemente perfetti che, in realtà, nascondono storie “oscure”.

Del resto, spesso, è qui e in questi individui che si celano i segreti più osciri, anche in questo caso, quindi, tale preziosissima regola è ampiamente rispettata.

STORIA
Riverdale è una serie tv che prende il nome direttamente dal luogo in cui si svolge la vicenda, una cittadina molto tranquilla, ma solo in apparenza.

L’intera storia ruota intorno al ritrovamento del corpo di un ragazzo, Jason Blossom, scomparso misteriosamente il quattro luglio.

Sul caso, ovviamente, indagherà la polizia locale e la vicenda porterà alla luce alcuni sconvolgenti particolari, legati alla vita di alcune tra le famiglie più rispettabili.

OPINIONI
Come avete avuto già modo di capire una delle parole d’ordine di Riverdale è “segreto”, questa serie tv, infatti, è la classica produzione che mira a mostrarci che nessuno è perfetto e che anche le persone, apparentemente, più degne di fiducia, in realtà possono essere quelle con più scheletri nell’armadio. Peccato che la dinamica sia, finora, fin troppo simile a quella di un’altra produzione che avevo già visto tempo fa, Pretty Little Liars.

TECNICAMENTE
Esteticamente, invece, Riverdale si presenta come una serie tv ben realizzata, ma estremamente particolare: la fotografia predilige colori dalle tinte molto tenui che, qualche volta, sono nettamente in contrasto con quello che sembra essere un tratto caratteristico di una delle famiglie protagoniste, i Blossom.

Tre componenti di questo nucleo, infatti, presentano una caratteristica fisica peculiare, i capelli rossi, che, in alcune scene, assumono una colorazione particolarmente intensa.

Alcuni interpreti, poi, sono volti già noti, in particolare della televisione degli anni Novanta o primi Duemila e questo non può fare altro che piacere.

CONCLUSIONI
Una serie con una storia non particolarmente originale, ma con alcuni tratti estetici molto particolari che, magari, potrebbero suggerire un’atmosfera leggermente “gotica”.


  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
Read More

IL MISTERO DELLA CASA DEL TEMPO RECENSIONE

Posted on 06 Nov 2018 in Cinema

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: Il Mistero della Casa del Tempo
Nazione: USA
Anno: 2018
Regia: E.Roth
Con: J.Black, K.Blanchett

INTRODUZIONE
La magia, l’illusionismo e la prestidigitazione sono tre cose completamente diverse, anche se, solitamente, tendono ad essere raggruppate e confuse insieme.

Se e quando questi aspetti si uniscono veramente, come accade in questo caso, allora, lo spettacolo è assicurato!

STORIA
Il Mistero della Casa del Tempo è un film fantasy molto particolare che racconta l’incredibile storia di Jake, ragazzino rimasto orfano dopo un incidente.

Una sera, mentre si trova su un autobus, il nostro protagonista viene avvicinato da un uomo molto bizzarro, che afferma di essere suo zio e di volersi occupare di lui, sostenendo, inoltre, di essere uno stregone.

Le cose inizieranno a farsi sempre più strane da quel momento, dato che la casa di questo individuo si rivela piena di orologi e con uno di questi nascosto dietro una parete.

Tale congegno, secondo quanto affermato dal padrone di casa, rischierebbe, inoltre di cancellare l’intera esistenza.

OPINIONI
Il Mistero della Casa del Tempo è un film che mi ha “catturato” subito, fin dai primi trailer: la premessa di mescolare illusionismo e magia vera e propria è accattivante e si rivela, in effetti, efficace, per quanto la parentesi “illusionistica” venga presto ridotta ad un puro pretesto, lasciando posto all’aspetto più “soprannaturale” della vicenda.

TECNICAMENTE
Trattandosi di un film fantasy l’impiego di effetti visivi e grafica digitale è piuttosto massiccio, nonostante questo ci troviamo davanti ad un prodotto ben realizzato e tutto sommato “credibile”. Possiamo anche trovare, in un piccolo ruolo, il protagonista della popolare serie tv anni Novanta Twin Peaks, qui nei panni dell’antagonista.

CONCLUSIONI
Un ottimo prodotto fantasy che però, almeno dal mio punto di vista, ricorda, in un certo senso, per alcuni aspetti un po’ Miss Peregrine e un po’ Harry Potter.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Read More

IL CALENDARIO DI NATALE RECENSIONE

Posted on 05 Nov 2018 in Cinema

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Titolo: Il Calendario di Natale
Nazione: USA
Anno: 2018
Regia: B.Walsh
Con: K.Graham, E.Peck

INTRODUZIONE
Quest’anno, almeno cinematograficamente, il Natale arriva in anticipo!

A partire da questo mese, infatti, le grandi case di produzione approdano in sala con le prime pellicole ambientate in questo magico periodo dell’anno e Netflix non poteva certo farsi sfuggire l’occasione per regalarci la prima delle sue produzioni originali “a tema”, vediamola insieme.

STORIA
Il Calendario di Natale è il primo film “festivo” di quest’anno, con una storia molto particolare: Abby Sutton è una giovane fotografa, specializzata nella realizzazione delle classiche fotografie dei bambini in braccio a Babbo Natale, un lavoro che la ragazza non sembra apprezzare particolarmente.

Una sera Abby riceve in regalo dal nonno un vecchio Calendario dell’Avvento che ogni giorno si apre automaticamente, rivelando un oggetto che avrà a che vedere con un particolare evento.

OPINIONI
La trama riassunta poco sopra rende Il Calendario di Natale un film non facile da comprendere, ma è giusto così, in modo da non anticipare troppo, rovinando, così, il gusto della visione a chi fosse interessato.

Diciamo solo che si tratta di una storia che, a modo suo, coinvolge i classici concetti già visti, sentiti e spiegati mille volte, su come il destino o il caso possa operare per dare la giusta svolta alla vita del protagonista di turno, insoddisfatto e alla ricerca di un’opportunità per ottenere ciò che desidera.

TECNICAMENTE
Trattandosi della classica commedia natalizia tutto ciò che troviamo in questo film potrebbe “sapere di già visto”: la fotografia è molto calda e luminosa nelle scene ambientate all’interno, mentre all’interno domina il bianco, dato che, ovviamente, come in ogni pellicola di questo tipo che si rispetti, a Natale nevica!

CONCLUSIONI
Un ottimo prodotto per passare un’oretta e mezza in compagnia, anticipando, allo stesso tempo il clima e l’atmosfera di festa.

Se avete già voglia di immergervi nello spirito del Natale non perdetevelo!


  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
Read More

CRISI SU TERRA X RECENSIONE

Posted on 19 Ott 2018 in Televisione

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Titolo: Crisi su Terra X
Nazione: USA
Anno: 2017
Con: G.Gustin, S,Ameli

INTRODUZIONE
I crossover, ovvero gli “incroci” e gli “eventi speciali” sono una pratica piuttosto comune nell’ambito fumettistico e lo sono diventati ancora di più da quando si è creata la “moda” degli universi condivisi, nei quali i supereroi, originariamente indipendenti, entrano in contatto per unire le orze contro un nemico comune.

Vediamo come si articola questo caso, in realtà piuttosto complesso e con una storia che, per certi versi, riporta ad un precedente letterario “illustre”.

STORIA
Crisi su Terra X è uno speciale che coinvolge alcuni degli eroi più conosciuti della DC Comics, affiancati da un nuovo supergruppo semisconosciuto, detto “Le Leggende”.

Dopo mille sfide Barry Allen e Iris West sono finalmente sul punto di sposarsi, all’evento sono stati invitati tutti i più cari amici della coppia.

Sfortunatamente, poco prima della lettura delle promesse, la cerimonia viene interrotta da un gruppo di misteriosi assalitori mascherati, che seminano il panico tra i presenti.

Si tratta delle controparti malvage di alcuni di loro, provenienti da una dimensione chiamata Terra X.

I nostri eroi dovranno darsi da fare per impedire una catastrofe!

OPINIONI
Il fatto che si tratti di uno speciale rende Crisi su Terra X qualcosa di quasi unico nel suo genere: non si tratta del primo caso di crossover organizzato dalla DC, dato che, in una delle precedenti stagioni di The Flash, avevamo già assistito ad un caso simile, questa volta, però, si tratta di un evento in quattro parti, distribuito tra The Flash, Arrow, Supergirl e Legends of Tomorrow, quindi il recupero delle singole puntate può essere leggermente difficoltoso.

TECNICAMENTE
Ho apprezzato moltissimo questo speciale, in particolare per una particolarità tecnica molto interessante: verso la metà, nella parte ambientata sul pianeta Terra X, la fotografia si tinge improvvisamente di rosso, forse per simboleggiare l’oppressione e il pericolo che affligge tutti i suoi abitanti, in realtà per la maggior parte prigionieri.

CONCLUSIONI
Un ottimo evento televisivo che si ispira, in maniera abbastanza evidente, ad un famoso romanzo distopico, La Svastica sul Sole.


  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
Read More

Navigando tra queste pagine, esprimi il tuo consenso all'utilizzo dei cookies. Maggiori Info

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti.

Per maggiori informazioni sui cookies, visita questo sito.

Chiudi