•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

PINOCCHIO 3000 RECENSIONE
4 (80%) 1 vote

Titolo: Pinocchio 3000
Nazione: Canada/Francia/Spagna
Anno: 2004
Regia: D.Robichaud
Con le Voci di: J.Bonanni, V.Mari

INTRODUZIONE
La famosa fiaba dello scrittore italiano Carlo Collodi trova qui una nuova reinterpretazione.

Questa volta il contesto è molto diverso e ciò contribuisce a rendere il messaggio ancora più profondo.

STORIA
Pinocchio 3000 è un film animato ambientato nella fittizia cittadina di Scamboville, in cui la tecnologia e il progresso dominano su tutto, al punto tale da aver cancellato ogni spazio verde, ora sostituito da grattacieli e costruzioni futuristiche in acciaio e vetro. Geppetto è un inventore di grande talento che, un giorno, probabilmente sentendosi solo, decide di sfruttare le proprie conoscenze per creare un robot che cura come un figlio.

L’invenzione dell’uomo inizierà subito a manifestare un forte desiderio di una vita umana che gli verrà offerta dalla fata Cyberina solo se e quando la creatura si dimostrerà in grado di distinguere tra bene e male.

OPINIONI
Pinocchio 3000 non è esattamente un film recentissimo, infatti ricordo di averne sentito parlare parecchio tempo fa, probabilmente proprio quando uscì al cinema, ormai più di dieci anni fa.

È interessante il fatto che questo prodotto non cerchi di distaccarsi più di tanto dalla fonte originale, limitandosi quasi a trasporre semplicemente la storia in un altro contesto.

Risulta abbastanza semplice, infatti, accostare questa versione alla più conosciuta controparte disneyana, identificando i singoli personaggi con quelli già conosciuti in quel classico.

TECNICAMENTE
Il nuovo contesto di ambientazione di questo film risulta molto ben strutturato, al fine di rendere l’idea di una metropoli in cui, ormai, la tecnologia ha preso il sopravvento su qualunque altra cosa. Contrariamente alle pellicole animate che circolano negli ultimi anni, inoltre, è stato limitato l’intervento delle celebrità nel doppiaggio.

L’unica voce “illustre” è, infatti, quella di Cyberina, affidata a Platinette, personaggio che, seppure importante ai fini della trama, non risulta eccessivamente fastidioso.

CONCLUSIONI
Un nuovo modo di intendere un grande classico che ha fatto crescere e sognare milioni di bambini, con un messaggio ecologico molto importante.

Consigliatissimo a bambini e adulti.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •