•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

STAR TREK: DISCOVERY RECENSIONE
3 (60%) 1 vote

Titolo: Star Trek: Discovery

Nazione: USA
Anno: 2017
Con: S.M.Green, D.Jones

INTRODUZIONE
Nell’epoca dei remake, dei sequel e dei reboot neppure una serie capostipite della cultura nerd viene risparmiata!

Vediamo, quindi, di analizzare questo nuovo esperimento targato Netflix, che affonda le sue radici in un “passato televisivo” che risale, addirittura, alla metà degli anni Sessanta.

STORIA

Star Trek: Discovery, come già anticipato fin dal nome, è una serie tv ambientata nell’universo narrativo di Star Trek, “rivale storica” della saga cinematografica di Star Wars.

La storia si svolge dieci anni prima dei fatti narrati nella ben più nota “serie classica” e segue le vicende dell’equipaggio della nave stellare U.S.S.Shanzhou, alle prese con i primi contatti e tentativi di negoziazione con la civiltà aliena dei Klingon.

OPINIONI

Apprezzo moltissimo Star Trek: Discovery, anche se devo ammettere di non essere il tipico appassionato di fantascienza, infatti questa serie tv rappresenta uno dei miei primi contatti con questo universo narrativo.

Sinceramente non comprendo neanche i motivi dello “scontro storico” Star Trek contro Star Wars: si tratta di due prodotti appartenenti allo stesso genere, ma con tematiche ed approcci completamente diversi e su due media molto differenti.

A parte questo, secondo me le opere di fantascienza in generale pongono le basi per un discorso sull’accettazione del “diverso” sia che si tratti di una diversità reale o percepita, di “razza”, lingua, cultura e così via.

TECNICAMENTE

Questa serie tv ha una buona storia, ma poggia la maggior parte delle sue basi su un buon lato estetico.

Per quello che posso dire, infatti, gli effetti visivi e speciali sono ottimi e si vede che si tratta si di un prodotto relativamente profondo, ma che non disdegna l’intrattenimento e la spettacolarizzazione, in particolare in alcune sequenze.

CONCLUSIONI

Una serie accolta con freddezza, ma altamente spettacolare e ben realizzata, almeno da quanto posso giudicare da “profano”.

Se non vi siete mai approcciati a questo universo potrebbe essere una buona occasione per cominciare.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •