• 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

SULLA MIA PELLE RECENSIONE
4.5 (90%) 2 votes

Titolo: Sulla mia Pelle

Nazione: Italia

Anno: 2018

Regia: A,Cremonini

Con: A.Bprghi, J.Trinka

INTRODUZIONE

Una delle pagine peggiori della cronaca nera italiana degli ultimi anni prende vita sul grande e sul piccolo schermo, contemporaneamente.

Questa pellicola, infatti, è fruibile in ben due modi diversi, apparentemente opposti ma, in realtà che, da qualche anno, coesistono senza nessun problema, cerchiamo di capire meglio questo concetto, analizzando l’opera in questione.

STORIA

Sulla mia Pelle è un film che racconta un triste caso di cronaca nera, avvenuto quasi dieci anni fa: ci troviamo a Roma, nell’ormai lontano 2009, mentre Stefano, trentunenne romano, rientra a casa, viene fermato dalla polizia, che lo perquisisce, trovandolo in possesso di un discreto quantitativo di sostanze stupefacenti.

Arrestato il ragazzo passerà diversi giorni in carcere, fino alla sua morte, avvenuta in circostanze tuttora da chiarire.

OPINIONI

Sulla mia Pelle è un film emotivamente molto “pesante”, che mette in gioco una certa cattiveria: la cosa più sconvolgente, in particolare, è vedere quanto le forze dell’ordine fossero sorde alle proteste e alle richieste d’aiuto di Stefano, arrivando addirittura a negargli il diritto fondamentale di avvalersi della consulenza del proprio avvocato.

La cosa peggiore è vedere la frustrazione dei genitori che continuano a vedersi negato il diritto di poter parlare con il ragazzo fino all’ultimo, quando, ormai. è già troppo tardi.

TECNICAMENTE 

Anche dal punto di vista tecnico il film trasmette tutta l’emotività e la cattiveria della vicenda, attraverso un uso della regia e delle luci molto freddo e tagliente.

Le interpretazioni sono molto buone, a partire da quella del protagonista, che restituisce tutta la difficoltà e la sofferenza tipiche di una situazione simile, fino ad arrivare a quelle di tutti gli altri componenti del cast.

CONCLUSIONI  

Un film potente ed intenso, che mette emotivamente alla prova.

Consiglio a chiunque volesse approcciarvisi di informarsi prima, circa la vera storia, in modo da comprendere più a fondo quanto mostrato sullo schermo.

 

 

 


  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares