•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

TEEN WOLF RECENSIONE
5 (100%) 1 vote

INTRODUZIONE

I lupi mannari e i vampiri sono creature fantastiche affascinanti, i primi, in particolare, erano popolari già da prima che venissero pubblicati i romanzi della saga di Twilight nella quale, per la verità, questi esseri sovrannaturali, dotati di grande forza e di capacità fuori dal comune, hanno un ruolo, tutto sommato marginale.

Vediamo meglio nel dettaglio una delle produzioni televisve appartenenti a questo filone.

TRAMA

Teen Wolf è una serie tv americana che racconta la vicenda di ScottMcCall, normalissimo studente liceale, volontario in una clinica veterinaria e con una madre infermiera.

Una sera, mentre si trova nel bosco, il ragazzo viene attaccato da un lupo e poco dopo inizierà a manifestare strani sintomi e particolari capacità.

Il lupo che lo ha morso, infatti, non è un semplice animale selvatico, ma un licantropo, creatura metà uomo e metà lupo che assume la forma animale solo con la luna piena.

A questo punto Scott si troverà a dover nascondere i propri poteri sia alla ragazza amata che al migliore amico, almeno inizialmente, con il passare del tempo scoprirà, inoltre, che i genitori della giovane sono proprio cacciatori di licantropi.

OPINIONI

Devo ammettere di aver apprezzato abbastanza Teen Wolf, pur avendolo abbandonato a metà della terza stagione.

Si tratta, comunque, di una serie tv che richiama alcuni stilemi già collaudati in passato, come la presenza di una città apparentemente tranquilla nella quale si verificano strani fenomeni e di un personaggio femminile che si innamora ed inizia una relazione impossibile con un ragazzo che nasconde un osciro segreto.

Una sorta di trasposizione dark contemporanea di Romeo e Giulietta, almeno da questo punto di vista.

TECNICAMENTE

Forse non è così facile giudicare l’aspetto tecnico di una serie tv così vasta e complessa.

Si può dire, tuttavia, che questo appare piuttosto convincente e ben realizzato, le puntate si susseguono con una narrazione piuttosto serrata, nella qaule sembrano succedere molteb cose nello spazio di una cinquantina di minuti.

CONCLUSIONI

Un ritorno in grande stile ed un rinnovato interesse dell’”altra faccia del fantasy” che, per certi versi, potrebbe essere accomunata, più che altro al genere horror.

Consigliato a tutti gli amanti del paranormale e del sovrannaturale.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •