•  
  •  
  •  
  •  
  •  

Titolo: The LEGO Movie 2: Una nuova avventura
Nazione: USA/Australia/Germania/Canada
Anno: 2019
Regia: M.Mitchell
Con le Voci di: M.Treggiani, B.De Borteli

INTRODUZIONE
Litigare tra fratelli è normale, così come discutere con i propri amici: fa tutto parte della normale crescita di un individuo.

Ma come viene vissuto questo evento, così “banale” nella nostra vita di tutti i giorni dal punto di vista di quelli che, per chiunque altro, sono semplici “pezzi di plastica”?

Scopriamolo insieme.

TRAMA
The LEGO Movie 2: Una nuova avventura è il secondo film basato sulle avventure di Lucy ed Emmeth.

Dopo un’invasione aliena la città è stata distrutta e resa inospitale e i pochi sopravvissuti sono costretti a nascondersi.

Approfittando della situazione gli alieni del Sistema Sorellare invadono il pianeta e rapiscono Lucy e gli amici di Emmeth.

La verità, almeno per gli abitanti di questo piccolo mondo, sarà molto più terribile e sconvolgente del previsto.

OPINIONI
The LEGO Movie 2-Una nuova avventura è un film che sembra banale e scontato, ma affronta, in realtà, tematiche molto più profonde: le figure del Mamma-Armageddone del Sistema Sorellare sono un’ovvia rappresentazione di un certo rapporto e di una fase della vita in cui è necessario crescere e abbandonare certi comportamenti infantili.

Naturalmente, rapportato ad un piccolo mondo di mattoncini, tutto ciò assume le proporzioni di una vera e propria Apocalisse!

TECNICAMENTE
Il film contiene molte ottime parodie e citazioni: alcune sono facilmente individuabili, come quelle riguardanti lo strano rapporto tra Batman e Superman, altre sono più difficili da scovare, come quella riguardante Christian Bale o le frecciate rivolte al personaggio di Lanterna Verde, che solo i lettori di fumetti o gli amanti di cinecomics possono cogliere.

Anche l’ambientazione iniziale post-apocalittica è un riferimento ad una famosa saga cinematografica.

CONCLUSIONI
Un film profondo, ma anche molto “sfizioso” e adatto ai “nerd” di ogni età.

Non completamente fruibile da uno spettatore eccessivamente giovane.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •