•  
  •  
  •  
  •  
  •  

THE PUNISHER RECENSIONE
5 (100%) 1 vote[s]

Titolo: The Punisher
Nazione: USA
Anno: 2017
Con: J.Bernthal. A.R.Revah

INTRODUZIONE
Dalla Marvel ecco una nuova produzione, incentrata, questa volta, non tanto su un supereroe quanto su quello che viene definito comunemente “vigilante”

Vediamo nel dettaglio la storia, per spiegare la differenza tra queste due figure.

TRAMA
The Punisher è la serie tv più “normale” tra quelle prodotte dalla collaborazione Marvel-Netflix uscite nel corso degli ultimi anni.

Frank Castle è un ex-marine degli Stati Uniti che ha assistito impotente all’omicidio della propria famiglia, ad opera di un gruppo di uomini mascherati.

A partire da quel momento il suo obiettivo principale sarà quello di vendicarsi.

OPINIONI
A dire la verità la trama della serie tv e molto più complessa, tanto è vero che il desiderio di vendetta di Frank si esaurisce completamente nel corso della prima stagione.

Sono, attualmente, a metà circa della seconda e non si fa più parola di tutto questo, ora The Punisher sembra, piuttosto, incentrato su una sorta di vendetta personale, con componenti quasi thriller, soprattutto in riferimento a certe sequenze.

Non sono presenti riferimenti alle produzioni precedenti, ad eccezione della saltuaria comparsa di un personaggio.

TECNICAMENTE
Questa serie tv non spettacolarizza eccessivamente o almeno non grazie all’uso di effetti visivi; il comparto tecnico e in larga misura rappresentato dall’aspetto coreografico dei combattimenti e da una violenza che, in certi casi, forse, appare eccessiva.

La trama in generale è infatti tipica dei cosiddetti “revenge movie”, nei quali il protagonista cerca giustizia per conto suo, eliminando tutto e tutti quelli che si trovano sul proprio cammino.

Se dovessimo fare un parallelismo potremmo accostarlo probabilmente a personaggi come Batman, almeno dal punto di vista dell’assenza di poteri.

CONCLUSIONI
Una serie “da veri uomini” dura, cupa e violenta.

Sconsigliata alle persone facilmente impressionabili.

Un’altra “vittima” delle cancellazioni operate da Netflix, avvenuta, in questo caso, dopo la seconda stagione.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •