•  
  •  
  •  
  •  
  •  

Moltissime persone conoscono The Sims, una popolare saga di simulatori di vita che, ormai da venti anni, coinvolge ed appassiona milioni di giocatori in tutto il mondo e che probabilmente tra qualche anno, se non addirittura nel 2021 darà vita ad un quinto capitolo sul quale già si teorizza da tempo. Quello che forse non tutti sanno e che questo gioco è stato “contagiato”, ormai da due settimane, dall’onda dei reality show, dando vita ad un ibrido abbastanza interessante, chiamato The Sims Spark’d.

In questo nuovo reality show tre squadre, composte da uno stilista, un costruttore e un narratore, si sfidano per aggiudicarsi il montepremi finale di $100,000!

Nell’arco della sua lunga vita The Sims ha saputo rinnovarsi, inserendo, in ogni sua incarnazione notevoli novità e integrando, nell’ultima, una sezione definita Galleria, che ospita le creazioni condivise dai giocatori e integrando una sezione specifica per questo “esperimento”, nella quale è possibile sia condividere le proprie creazioni con il resto della comunità di giocatori sia inviarle direttamente al programma.

Sfortunatamente, trattandosi di uno show americano, le puntate sono disponibili esclusivamente in inglese, ma, conoscendo un po’ la lingua, non dovreste avere problemi.

Le puntate  vengono caricate successivamente in replica su YouTube, in particolare sul canale BuzzFeed Multiplayer, ogni lunedì.

Se devo trovare un difetto posso dire che non è molto chiaro se, inviando le proprie creazioni tramite la Galleria sia possibile partecipare ad una sorta di selezione per l’eventuale seconda stagione, anche se, da quanto detto dal conduttore in chiusura di ogni puntata, sembra essere così, allo stesso tempo, nel titolo dei video caricati su YouTube, viene specificato che si tratta di giocatori professionisti.

Vale comunque la pena provare a cimentarsi nelle sfide ed inviare le proprie creazioni o semplicemente assistere alla competizione da casa.

Provate anche voi a sxatenare la vostra creatività e incrociate le dita!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •